VERGOGNA AL SENATO! DOVE È FINITA LA DEMOCRAZIA???

I nostri colleghi de L’Alternativa c’è al Senato hanno ricevuto una comunicazione tanto incredibile quanto inaccettabile dalla Presidenza del Senato!

Già a partire da oggi, la loro possibilità di dissentire dal Gruppo Misto in aula, dipenderà dalla concessione dei CAPI degli altri partiti!!! 😱

Ecco perché hanno deciso che di occupare l’aula fino a quando non avranno garanzie sul diritto di parola in Senato. A loro ovviamente va tutta la mia solidarietà e il mio sostegno. Non bastava un governo minestrone cammellato che se le canta e se le suona. Adesso si tappa la bocca anche a quei pochi che cercano di fare opposizione democraticamente.

Ringrazio i colleghi Mattia Crucioli, Bianca Laura Granato, Luisa Angrisani e Margherita Corrado per la loro battaglia a difesa di ciò che resta della democrazia in questo parlamento! Tenete duro e non mollate. ❤️👏

Emanuela Corda

di Francesco Forciniti PROVE GENERALI DI REGIME

Al Senato sta accadendo qualcosa di molto grave e pericoloso: con una decisione incredibile la Giunta per il Regolamento ha pensato bene di silenziare vergognosamente quelle poche voci che osano cantare fuori dal coro.
Fino ad oggi erano garantiti ad ogni senatore appartenente al gruppo Misto appena tre minuti di dichiarazione di voto in dissenso. Da oggi neanche quello: sarà la conferenza dei capigruppo (ovviamente composta quasi interamente da senatori di maggioranza) a decidere di volta in volta su ogni provvedimento se concedere spazio agli interventi in dissenso, e quanto tempo eventualmente concedere.
Per protestare contro questa assurda decisione i colleghi senatori de L’Alternativa c’è hanno occupato l’aula e vi passeranno tutta la notte. A loro va la mia solidarietà. E’ un momento buio per un’Italia anestetizzata dal conformismo del pensiero unico, ma “adda passà ‘a nuttata!”