Un lavoro straordinario con Vittoria Baldino e tutto il M5S sul nuovo decreto in materia di immigrazione

Un lavoro straordinario con Vittoria Baldino e tutto il MoVimento 5 Stelle sul nuovo decreto-legge in materia di immigrazione. Naturalmente non lo leggerete sui giornali, ma siamo stati compatti e uniti su uno dei temi più delicati per il nostro gruppo e per gli italiani.

Prima del decreto che sarà approvato a settembre, dovremo ridurre gli sbarchi e aumentare i rimpatri.

Luigi Di Maio e il ministro Lamorgese stanno affrontando con fermezza la questione Tunisia e hanno tutto il nostro appoggio. Ora tocca all’Europa fare la propria parte.

Ecco i punti M5S che saranno nel decreto-legge:
 Multe alle ong davvero applicabili: da 10mila a 50mila euro
 Rafforzamento della protezione speciale
 Chiusura dei grandi centri di accoglienza e promozione del modello dell’accoglienza diffusa. Non un mero ripristino dello Sprar, ma una riforma ambiziosa per garantire ordine e integrazione.
 Trasparenza sulla gestione dell’accoglienza con report mensili sul sito del Viminale su presenze nei centri e costi
 Miglioramento delle condizioni dei centri di permanenza dei rimpatri. Durata del trattenimento legata all’effettiva possibilità di rimpatriare i trattenuti. Un fattore che incentiverà gli accordi per i rimpatri.



Di Giuseppe Brescia | Deputato del Movimento Cinque Stelle, Presidente della Commissione Affari Costituzionali:

FONTE : Giuseppe Brescia | Deputato del Movimento Cinque Stelle, Presidente della Commissione Affari Costituzionali

Un lavoro straordinario con Vittoria Baldino e tutto il M5S sul nuovo decreto in materia di immigrazione

Un lavoro straordinario con Vittoria Baldino e tutto il MoVimento 5 Stelle sul nuovo decreto-legge in materia di immigrazione. Naturalmente non lo leggerete sui giornali, ma siamo stati compatti e uniti su uno dei temi più delicati per il nostro gruppo e per gli italiani.

Prima del decreto che sarà approvato a settembre, dovremo ridurre gli sbarchi e aumentare i rimpatri.

Luigi Di Maio e il ministro Lamorgese stanno affrontando con fermezza la questione Tunisia e hanno tutto il nostro appoggio. Ora tocca all’Europa fare la propria parte.

Ecco i punti M5S che saranno nel decreto-legge:
 Multe alle ong davvero applicabili: da 10mila a 50mila euro
 Rafforzamento della protezione speciale
 Chiusura dei grandi centri di accoglienza e promozione del modello dell’accoglienza diffusa. Non un mero ripristino dello Sprar, ma una riforma ambiziosa per garantire ordine e integrazione.
 Trasparenza sulla gestione dell’accoglienza con report mensili sul sito del Viminale su presenze nei centri e costi
 Miglioramento delle condizioni dei centri di permanenza dei rimpatri. Durata del trattenimento legata all’effettiva possibilità di rimpatriare i trattenuti. Un fattore che incentiverà gli accordi per i rimpatri.



Di Giuseppe Brescia | Deputato del Movimento Cinque Stelle, Presidente della Commissione Affari Costituzionali:

FONTE : Giuseppe Brescia | Deputato del Movimento Cinque Stelle, Presidente della Commissione Affari Costituzionali