Un lavoratore va in pensione = uno + nuovi posti di lavoro

Un lavoratore va in pensione = uno + nuovi posti di lavoro

Di Stefano Buffagni:

Si è diffusa la favoletta che le nostre imprese non sostituiranno i lavoratori che andranno in pensione con quota 100.

Paolo Agnelli presidente di Confimi con una vita di esperienza d’impresa smonta in diretta la bufala.

“Le imprese non tengono lavoratori a bighellonare in giro per gli stabilimenti ed è chiaro che se un lavoratore va in pensione questi dovrà essere sostituito, altrimenti la produzione perde pezzi.”

Con la riforma delle pensioni vogliamo favorire il turnover nelle aziende, mandare giustamente in pensione chi ha lavorato una vita e dare opportunità alle imprese di assumere giovani con competenze tecnologiche per industria 4.0, che a loro volta avranno finalmente l’opportunità di entrare nel mondo del lavoro.