Un fattore che può aumentare l’analfabetismo informatico è la tecnofobia, ovvero la paura o il rifiuto irrazionale verso ogni dispositivo tecnologico.

Un fattore che può aumentare l’analfabetismo informatico è la tecnofobia, ovvero la paura o il rifiuto irrazionale verso ogni dispositivo tecnologico.

Siamo difronte ad una emergenza sanitaria che alcuni non riescono a gestire. Le indicazione in merito alle adunanze,  sono già contenute nel precedente DPCM del 18/10/2020.
Nella convocazione del Consiglio Comunale si è seguita l’interpretazione fornita a tutti i Comuni dall’associazione nazionale dei Comuni Italiani (ANCI).

“MODALITÀ IN PRESENZA CONSIGLI COMUNALI PARERE ANCI NAZIONALE
Le riunioni della PA non sono assimilabili giuridicamente alle riunioni degli organi elettivi degli enti locali che hanno disciplina autonoma e peculiare.
Il legislatore (vedi DL cura Italia) quando ha voluto introdurre disciplina derogatoria per le riunioni di Consiglio e di Giunta Comunale lo ha fatto con una norma ad hoc.
Pertanto la norma contenuta nel Dpcm non obbliga alle riunioni da remoto per Consigli Comunali, Commissioni e Giunta, se esistono condizioni e rispetto delle misure di sicurezza che consentono le riunioni in presenza.”

Ne consegue che resta inalterata la massima discrezionalità di ogni ente di provvedere alla disciplina delle riunioni degli Organi dell’Amministrazione comunale, con l’ovvia necessità di applicare con la massima cura tutta la normativa sanitaria di prevenzione del contagio da coronavirus.
Resta infine valida sicuramente la modalità di riunione a distanza mediante gli strumenti della videoconferenza o analoghi, come già sperimentato in precedenza.

Roma, lì 21 Ottobre 2020

Prot. 1337/AG/CA

La prudenza è una virtù ma, forse, per qualcuno,  “a Grotte Covid non ce n’è“.

Per l’ennesima volta è stato necessario intervenire. Riportiamo di seguito la nota trasmessa per richiedere il rinvio del consiglio comunale già convocato in presenza.

Al Presidente del Consiglio comunale di Grotte Dott. Angelo Carlisi

e.p.c.                                                                         Al sindaco del comune di Grotte

Ai Componenti della Giunta Municipale del Comune di Grotte

Al Segretario Generale del Comune di Grotte

Al Comando della Stazione dei Carabinieri di Grotte

Al Comando di Polizia Municipale del Comune di Grotte

Alla Prefettura di Agrigento

Oggetto: Richiesta rinvio del Consiglio comunale del 30/10/2020        

 

 

Considerata l’evoluzione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 in atto;

Visti i DPCM del 18/10/2020 che all’art. 1, comma 1, lettera d), n 5 e del 24/10/2020 che testualmente recitano:…”nell’ambito delle pubbliche amministrazioni le riunioni si svolgono in modalità a distanza, salvo la sussistenza di motivate ragioni….”;

Preso atto del Decreto-legge n. 18 del 17 marzo 2020 che prevede la possibilità di svolgere le sedute dei Consigli comunali in videoconferenza anche laddove manchi una espressa previsione nello Statuto e nel regolamento del singolo Comune;

Considerato che in data 30 marzo 2020 con PEC protocollo n. 3766 il Gruppo consiliare del M5S Grotte ha chiesto al Presidente del Consiglio di Grotte la convocazione del Consiglio in videoconferenza,

Vista la successiva risposta da parte del Presidente Carlisi in data 03 aprile 2020: “…che si resta in attesa di ricevere rassicurazioni tecniche dai servizi informatici e dai tecnici del software gestionale “Halley” per trovare un percorso che possa garantire la corretta redazione e formazione degli atti da adottare in eventuale seduta da svolgersi con tale modalità, nel rispetto dei criteri di tracciabilità e trasparenza stabiliti dalle circolari assessoriali…”

 

Visto e considerato che, da quando è iniziata l’emergenza COVID-19, sono trascorsi quasi otto mesi e quindi il Presidente del consiglio Carlisi ha avuto tutto il tempo per attivare i Consigli comunali online come ormai tantissimi Comuni italiani;

Reputando grave l’inerzia, a tal proposito, del Presidente del Consiglio Dott. A. Carlisi, soprattutto alla luce del fatto che il Comune di Grotte, purtroppo, non è immune a casi di positività al Covid-19;

Tutto ciò premesso

I Consiglieri comunali del M5S Grotte Angelo Costanza, Mirella Casalicchio e Salvatrice Morreale considerata inopportuna e in contrasto con le forti raccomandazioni diffuse dal Presidente del Consiglio dei Ministri e Presidente della Regione siciliana la convocazione del Consiglio comunale in presenza e, pertanto, chiedono che la seduta fissata per il 30 ottobre 2020 venga rinviata e convocata in modalità a distanza tramite videoconferenza.

Qualora si dovesse ricevere risposta negativa, si comunica che i suddetti Consiglieri comunali non saranno presenti al Consiglio comunale ritenendo responsabile il Presidente del Consiglio che, causa propria inattività a tal proposito, espone i Consiglieri comunali e tutti coloro autorizzati a partecipare alla seduta a rischio di contagio Covid-19.

Grotte, 28/10/20

I Consiglieri del M5S Grotte

Angelo Costanza, Mirella Casalicchio, Salvatrice Morreale.

2e4f21f0-22e5-45bb-b203-0ef65b4c6842




Di Grotte 5 Stelle:

FONTE : Grotte 5 Stelle