Trasloco Teatro Comunale – Rischi e opportunità (parte 2)

Intervento Inizio seduta consiglio comunale di Bologna Marco Piazza 6 giugno 2022

Intervengo anche questa settimana su quello che ritengo un dibattito importantissimo per Bologna: il trasferimento della più importante realtà culturale della città, il Teatro Comunale che per oltre 3 anni dovrà operare fuori dalla sua storica sede di via Largo Respighi.

Vista l’indisponibilità dell’Europa Auditorium che ritenevo la soluzione migliore, si pone il tema urgente del luogo dove il teatro possa concludere la stagione e dove aprire quella nuova in attesa di trovare una soluzione stabile, cosa che temo richiederà qualche tempo.
La proposta che vorrei fare potrebbe essere di un Teatro Comunale itinerante ospite dei più importanti teatri cittadini: una singola opera per ogni teatro. Per esempio l’Arena del Sole, il Duse, il Manzoni, le Celebrazioni e anche l’Europa Auditorium che, anche se non è disponibile ad ospitare permanentemente il Comunale, il posto per una singola opera potrebbe trovarlo. Un’opera per ogni teatro e poi si cambia.
Sarebbe interessante avere il nostro Teatro Comunale ospite dei più importanti teatri cittadini. Provare l’ascolto dell’opera nelle varie strutture. Una sorta di “mini stagione itinerante” con un abbonamento dedicato: l’abbonamento itinerante.

Nel frattempo ci sarebbe il tempo di trovare una soluzione stabile per i 3-4 anni residui del cantiere e avviare solo allora la campagna abbonamenti potendo comunicare agli abbonati la sede degli spettacoli.

E quello degli abbonati è uno dei punti critici come ho già detto la settimana scorsa: vanno assolutamente preservati gli abbonati e il pubblico, altrimenti il rischio è il calo delle entrate e, di riflesso, dei finanziamenti del FUS e poi la storia è sempre quella che ben conosciamo: il Comune deve trovare i soldi per compensare. E nei prossimi anni di soldi nel bilancio del Comune di Bologna ce ne saranno sempre meno a seguito di crisi, guerra e pandemia. Questo quindi è un altro aspetto che rende ancora più importante il dibattito del trasferimento del Teatro, operazione che, sono ancora convinto, oltre ai rischi possa sviluppare anche interessanti opportunità per la città.



Di Movimento 5 Stelle Bologna:

FONTE : Movimento 5 Stelle Bologna