Toronto, in mostra il manoscritto ‘’Cantica dell’Inferno’’

L’Istituto italiano di cultura di Toronto in collaborazione con il Consolato Generale d’Italia in occasione della 21esima settimana della lingua italiana nel mondo e del 700esimo anniversario della morte di Dante ha presentato una copia anastatica del cosiddetto Dante Guarneriano, uno degli esempi più antichi e riccamente decorati della Cantica dell”Inferno, databile tra la fine del XIV e l’inizio del XV secolo.

L’evento è stato possibile grazie all’impegno del Dipartimento di italianistica dell’Università di Toronto, in collaborazione con il St. Michael’s College e il Massey College. La copia anastatica del Dante Guarneriano è stata realizzata artigianalmente dallo Scriptorium Foroiuliense di San Daniele, uno dei più apprezzati centri di calligrafia e produzione libraria medievali in Italia. Lo Scriptorium – Scuola Italiana Amanuensi – ha prodotto una dozzina di copie anastatiche del Dante Guarneriano, su carta di fibra di cotone realizzata a mano, seguendo le tecniche originarie per creare i manoscritti miniati, comprese le miniature dorate con foglia d’oro. La copia anastatica del Dante Guarneriano è arrivata a Toronto con una delegazione del Comune di San Daniele del Friuli, guidata dal sindaco Pietro Valent e dagli amanuensi dello Scriptorium. La presentazione dell’opera è avvenuta alla presenza del Console Generale, Eugenio Sgrò e della Direttrice dell’Istituto italiano di cultura, Veronica Manson, cui si è unito un panel di esperti di studi medievali tra cui i Stephen Tardif dell’Universita’ di Toronto e Paolo Granata, del Massey College. L’evento in presenza è stato anche trasmesso in live streaming sul canale YouTube dal Massey College e dell’Istituto Italiano di Cultura.

A seguire l’evento gli amanuensi dello Scriptorium hanno tenuto una serie di laboratori sulla scrittura medievale presso il Dipartimento di italianistica, aperti agli studenti dell’Università di Toronto. Il ciclo di eventi dedicati al Dante Guarneriano si è concluso  con una visita virtuale dell’Opificium Librorum e della Biblioteca Guarneriana, in diretta da San Daniele del Friuli, per esplorare “in tempo reale” la realizzazione di un manoscritto medievale. La Settimana della lingua italiana e le celebrazioni di Dante hanno previsto anche la prima canadese dello spettacolo “A Spectator Odyssey: O dell’Inferno” della compagnia italo-canadese DopoLavoro Teatro (DTL Toronto). Lo spettacolo interattivo, articolato in due “tappe”, è stato presentato al St. Lawrence Centre for the Arts e all’interno del mercato generale di Toronto, il St. Lawrence Market. Gli spettatori sono stati condotti in un vero e proprio “viaggio” teatrale all’interno e all’esterno del teatro e del mercato dove di volta, in volta venivano presentate delle performance ispirate a vari canti dell’Inferno dantesco. A concludere il programma di eventi è stato lo spettacolo di danza contemporanea “Dante Solo Inferno” della compagnia Artemis Danza presso il Fleck Dance Theatre di Toronto alla presenza del Console Generale, Eugenio Sgrò, il direttore dell’ICE, Marco Saladini e della Direttrice del Goethe Institute, Nina Wichman. L’esibizione, organizzata dall’Istituto di cultura con il sostegno del Ministero della Cultura (MiC) e della Regione Emilia Romagna e in collaborazione con il Ravenna Festival, ha portato in scena oltre al primo e all’ultimo, anche i Canti danteschi dedicati a Caronte, Pier delle Vigne, Ulisse, Paolo e Francesca e Minosse.



Dal Ministero dello Sviluppo Economico:

FONTE : Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale