Terremoto sull Etna: Non calcinacci ma danni ingentissimi

di Stefano Alì:

Non erano calcinacci, Pennisi, Santa Maria La Stella, Fiandaca e Piano D’Api hanno subito danni ingentissimi e dobbiamo reputarci fortunati che nessuno si sia ferito seriamente.
Questa è una foto di mio fratello Michele a Pennisi, una parete gli sarebbe potuta cadere sul letto.
Stanotte 31 persone dormiranno nella palestra del Galileo Galilei, mentre una famiglia di 7 persone dormirà al Maugeri. Non hanno voluto lasciare la scuola in cui sono ospiti anche abitanti di Fleri e di Aci S. Antonio. Alla riunione delle 19:30 presso la protezione civile ci è stata consegnata una convenzione della Regione con Federalberghi che copre i costi della permanenza in albergo per i residenti con l’immobile inagibile.

Ci sono, finora, 41 immobili dichiarati inagibili, con circa 130 residenti sfollati, molti dei quali per ora hanno scelto una sistemazione autonoma.
Fra la postazione all’area della protezione civile e quella nella piazza di Pennisi sono state presentate, fino a stasera, quasi 500 richieste di accertamento di danni.
Molti di questi sono relativi ad edifici devastati. Il campanile crollato, la scuola di Pennisi tagliata dalla faglia dove nel pavimento di una classe si è prodotto un gradino. Moltissimi muretti crollati, creando serissimi danni alla viabilità. Anche diverse strade sono state dissestate dalla forza del sisma.

C’è attenzione da parte delle istituzioni: stamattina riunione dal prefetto che mi ha anche chiamato nel pomeriggio. Alle 19:30 riunione col presidente della Regione. Domani mi hanno preannunciato la presenza di rappresentanti del governo nazionale.
Domani verrà rinforzata la presenza di tecnici della protezione civile per procedere celermente alla verifica.

Grazie ai volontari della protezione civile, alla croce rossa che ha messo a disposizione volontari e il camper che ha sostato a Pennisi. Grazie ai tecnici degli uffici, alla protezione civile comunale, ai vigili urbani, ai Vigili del fuoco, che arrivano da tutta la Sicilia. Alla Protezione civile provinciale e regionale. A tutte le funzioni del COC. Molti hanno cominciato a lavorare alle 3:20 ed ancora sono in giro.

Mi raccomando non date credito a chi annuncia terremoti. Nessuno è in grado di predirli, ad ogni terremoto in Italia si ripetono queste assurde previsioni.

Terremoto sull Etna: Non calcinacci ma danni ingentissimi - M5S notizie m5stelle.com

Terremoto sull Etna: Non calcinacci ma danni ingentissimi - M5S notizie m5stelle.com

Terremoto sull Etna: Non calcinacci ma danni ingentissimi - M5S notizie m5stelle.com

Terremoto sull Etna: Non calcinacci ma danni ingentissimi - M5S notizie m5stelle.com

Terremoto sull Etna: Non calcinacci ma danni ingentissimi - M5S notizie m5stelle.com

Terremoto sull Etna: Non calcinacci ma danni ingentissimi - M5S notizie m5stelle.com

Terremoto sull Etna: Non calcinacci ma danni ingentissimi - M5S notizie m5stelle.com

Terremoto sull Etna: Non calcinacci ma danni ingentissimi - M5S notizie m5stelle.com

Terremoto sull Etna: Non calcinacci ma danni ingentissimi - M5S notizie m5stelle.com

Terremoto sull Etna: Non calcinacci ma danni ingentissimi - M5S notizie m5stelle.com

Terremoto sull Etna: Non calcinacci ma danni ingentissimi - M5S notizie m5stelle.com