Termini Imerese ha immediatamente bisogno di un hub vaccinale.

Termini Imerese ha immediatamente bisogno di un hub vaccinale. È inaccettabile la scelta del governo regionale di istituire il centro vaccinale presso l’ospedale, già fortemente oberato dai malati COVID e, per di più, assolutamente inadeguato ad accogliere un numero così elevato di persone che devono sottoporsi al vaccino. Il rischio è che si creino costantemente pericolosi assembramenti.
Nelle ultime settimane sono stati avviati degli hub vaccinali nelle città di Bagheria, Misilmeri e Cefalù, ma non a Termini Imerese. In questi giorni, il numero di vaccini fatti dall’Ospedale di Termini Imerese è di gran lunga superiore rispetto a tutti gli altri centri. Un distretto sanitario con più di 60 mila persone non può non avere un proprio centro vaccinale.
Ho chiesto al Presidente Nello Musumeci, nella sua qualità di assessore per la salute ad interim, di istituire un hub vaccinale a Termini Imerese, laddove l’amministrazione comunale ha già messo a disposizione un luogo perfettamente idoneo allo scopo e ne abbia individuato altri due nell’area industriale.

La mia richiesta, ad oggi, è rimasta del tutto inascoltata.
È una situazione inaccettabile per una città che sta dando una risposta massiccia alla campagna vaccinale, con oltre 300 persone che, quotidianamente, si recano in ospedale per sottoporsi al vaccino.
Occorre tornare a garantire una sanità locale a pieno regime. Ragion per cui non è più differibile l’attivazione di un hub vaccinale, che sia ben distinto, logisticamente, dall’ospedale di Termini Imerese che, peraltro, ha già ceduto diversi reparti per la trasformazione in COVID hospital.
Il presidente Musumeci si attivi immediatamente, perché l’attuale situazione non è più sostenibile.
Non possiamo più perdere tempo.

Luigi Sunseri