Televisori che straripano di Draghi!

Oggi abbiamo avuto più momenti di dibattito interno. Fra una pausa e l’altra mi sono imbattuto davanti a televisori che straripavano di Draghi! Draghi bambino, adolescente e giovanotto. Draghi orfano in tenera età, Draghi e le profezie sulla sua carriera! Insomma un panegirico che più prolisso non si poteva su questo personaggio, che indubbiamente ha capacità e competenze rilevanti, che a mio parere però, non ne fanno la persona giusta a guidare un governo. L’idea di giocare questa carta mi è incomprensibile. Non ci poteva essere, per la forza politica di maggioranza relativa, scelta più divisiva. Non voglio fare della dietrologia ma semplicemente osservo e registro.

Ricordo anche che nel discorso di fine anno il Presidente della Repubblica disse: “Non sono ammesse distrazioni. Non si deve perdere tempo. Non vanno sprecate energie e opportunità per inseguire illusori vantaggi di parte. E’ questo quel che i cittadini si attendono”.
Già non si deve perdere tempo e invece abbiamo il parlamento con tante commissioni paralizzate mentre le persone in difficoltà attendono ristori! Colui che non ha ascoltato nessuno e ha fatto precipitare le cose si chiama Renzi e i Senatori del suo gruppo non sono stati capaci di farlo rinsavire! Ora si chiede di essere responsabili a noi? Dopo che costui non ha ascoltato mezzo mondo? Immagino l’amarezza del Presidente Conte! Un galantuomo che probabilmente non meritiamo! Non lo dimentico. E’ comunque un civil servant che merita davvero di essere lasciato a fare il Presidente del Consiglio. Anche l’età, 56 di Conte contro i 73 di Draghi sono una bella differenza! Ma perché dobbiamo penalizzare i nipoti di Draghi?

Gabriele Lanzi