Studiare e lavorare per il bene comune.

Studiare e lavorare per il bene comune. È questo che fa la buona politica. Ed è proprio quello che ha fatto Virginia Raggi nel suo mandato da sindaca di Roma rimettendo le cose al loro posto.
A partire dalla contabilità pubblica, basti pensare che Standard and Poor’s ha migliorato il giudizio sulle prospettive di affidabilità finanziaria di Roma, certificando che la capitale non solo non ha peggiorato i conti, ma anzi ha iniziato una curva positiva.
Stessa cosa per i conti dell’Atac, su cui si è tornato ad investire acquistando nuovi mezzi.
Adesso Roma deve correre e serve un’amministrazione onesta per concretizzare nel modo migliore gli oltre 200 miliardi del Piano nazionale di ripresa e resilienza. Noi siamo pronti.

Giuseppe Conte