STESSO COPIONE. Ieri sera hanno ripetuto lo stesso copione. Ecco cosa è accaduto.

STESSO COPIONE. Ieri sera hanno ripetuto lo stesso copione. Ecco cosa è accaduto.

di Sabrina Liberatoscioli:

Molti riducono quanto accaduto ieri sera da Giletti nel suo programma e la tv di Cairo, figlioccio di Berlusconi, ad attacco al M5s. Puerili. Possibile che non capite che quello che è avvenuto ieri è un attacco mafioso allo Stato? Bonafede non è Bonafede ma è il Ministro della Giustizia, il Ministro del 41BIS, della Legge anticorruzione e delle intercettazioni: LA GUERRA VERA DELLO STATO CONTRO LA MAFIA.

Quel che ieri sera è accaduto è la reazione della mafia alle misure assunte, poche ore prima, da Bonafede di introdurre il vaglio e firma del Procuratore Nazionale Antimafia e Antiterrorismo della DNA, alle decisioni dei magistrati di sorveglianza ai 41 bis.

Per il 41 bis Falcone fu ammazzato. Ricordatevelo. E fu a seguito del suo assassinio che la legge entrò in vigore. Ricordatevi l’attacco a Falcone in un programma notturno di Maurizio Costanzo sulla rete di Berlusconi da parte di Cuffaro e Leoluca Orlando e poi a seguire di politici e giornalisti?

STESSO COPIONE. Ieri sera hanno ripetuto lo stesso copione. Ecco cosa è accaduto.

Ecco perché La7, dopo quel che è accaduto ieri sera, in quanto territorio della mafia deve essere non più “camminato” dalle nostre Istituzioni della Repubblica, che siano Parlamentari o Ministri o di rappresentanti di ogni livello dello Stato.

Questa la trascrizione dell’intervento del Ministro Alfonso Bonafede :
<>
Interruzione di Giletti:<<Ministro,Ministro, Ministro>>……
Bonafede:<>.
Giletti:<<Però c’è un punto>>.
Bonafede:<<Sì ora ci arriviamo non si preoccupi. E quest’anno è stata approvata la modifica della Legge dell’art. 416 Ter sul voto di scambio politico-mafioso. Giovedì è stato approvato un decreto legge per modificare una norma che non era mai stata modificata., e che stabilisce che il giudice di sorveglianza devono necessariamente avere il parere obbligatorio della DNA e delle Direzioni distrettuali.
Interruzione di Giletti:…
<>.
Bonafede:<>. Interruzione di Giletti : ….<<Ministro, però li ho fatti io questa sera gli accertamenti>>.
Si sovrappongono le due voci. Bonafede:<>.
Interruzione di Giletti:….<>.
Bonafede: <>.
Interruzione di Giletti:…..<>. Bonafede:<>. Interruzione di Giletti:….<>.Bonafede: <>. Interruzione di Giletti:….<<Quindi, se l’ è inventata DiMatteo>>. Si accavallano gli interventi .Bonafede:<>.
Interuzione di Giletti:…..<<No, no>>. Si accavallano gli interventi. Bonafede: <<E’stata una sua percezione, legittima, tra l’altro ,voglio aggiungere>>.
Interruzione di Giletti:….<>.
Gli interventi si accavallano, interviene Carlo Martelli :<>. Bonafede: <<Martelli, quando il Dott. DiMatteo venne al Ministero, io gli dissi che tra i due ruoli, per me, sarebbe stato molto più importante il Direttore degli Affari generali perchè era un ruolo che vedevo molto più>>. Interruzione di Martelli : <<Scusi, Affari generali o Affari Penali?>>Bonafede: <>.
Interruzione di Giletti:…..<>. Bonafede:<<No, mi faccia finire, era un ruolo più di frontiera nella lotta alla mafia. Questa è la verità>>.
Interruzione di Giletti:…..<<L’ultima cosa>>. Si accavallano gli interventi.Bonafede.
Interruzione di Giletti:….. <>.
Bonafede: <>. Si accavallano gli interventi. Interruzione di Giletti: <>. Bonafede: <>. Interruzione di Giletti: <>. Si accavallano gli interventi:<>. Bonafede cerca di parlare. Giletti:<>. DiMatteo: << Io oggi non ho fatto interpretazioni, ho raccontato di fatti precisi che il Ministro sa che si sono svolti proprio in quei termini. Le interpretazioni le lascio ad altri. I fatti sono quelli e li confermo in ogni passaggio. E preciso che non si trattava di una sola intercettazione ma c’erano state in più carceri delle dichiarazioni ostentatamente fatte dai detenuti che gridando da un piano all’altro avevano detto ‘se arriva questo facimm ammuina’. Quindi era stata una presa di posizione molto chiara per far sapere all’amministrazione penitenziaria(..)mi pare che il ministro abbia confermato che i fatti sono andati esattamente >>. Interruzione di Giletti:<<Allora, mi dispiace perché questo avrei voluto continuarlo. Ho preso impegni con altri ospiti. Ognuno rimane , da quello che capisco sulla sua posizione. La prossima settimana noi siamo qua con il Ministro Bonafede, se vuole verrà e spiegherà, perchè lo ha detto è importante spiegarlo agli Italiani>>

Caro Ministro Alfonso Bonafede non cedere e non arrenderti. Lo sappiamo ed abbiamo capito il tuo silenzio in questi mesi e le minacce che hai ricevuto. Abbiamo capito perché praticamente eri scomparso dai radar.

Conosciamo bene i metodi e le trappole mediatiche della mafia dai tempi di Maurizio Costanzo Show dove Leoluca Orlando e tutto il verminaio mafioso di Berlusconi con Cuffaro e tutti i politici ti tesero una trappola per insultarti e isolarti. Ti chiamarono cretino.
IO RICORDO.

Questa volta non ci cadiamo. Noi Popolo abbiamo capito e siamo con te.

Stessa tecnica, stesso metodo stesso obiettivo Legge sul 41Bis e sul voto di scambio politico-mafioso e sulle intercettazioni.

La7 ieri e Giletti al pari di Augias ha reso un servizio ai suoi padroni.

Boicotta la mafia, boicotta La7.

#IoStoConBonafede 💙🇮🇹