Sociale. M5S: Al fianco delle famiglie e delle associazioni che si occupano di salute mentale

I deputati Cinquestelle presenti al sit- in davanti Palazzo D’Orleans denominato ‘Si può fare per il lavoro di comunità’. “Razza e Musumeci sordi a questa piaga sociale in triste espansione”. 

 “La Regione Siciliana continua a farsi sorda alle istanze delle famiglie e degli operatori che si occupano delle persone con fragilità in salute mentale. Oggi ho preso parte al sit in ‘Si può fare per il lavoro di comunità’ per ribadire alla Regione le continue mancanze. Si tratta di famiglie e lavoratori praticamente dimenticati dalla Regione. Musumeci se ne occupi in tempi celeri”. A dichiararlo sono i deputati regionali del Movimento 5 Stelle all’Ars della Commissione Salute Giorgio Pasqua, Salvo Siragusa, Francesco Cappello e Antonio De Luca. In queste ore hanno partecipato al sit in i deputati Cinquestelle Giorgio Pasqua e Gianina Ciancio.

“Siamo sempre al fianco delle associazioni, degli operatori e delle famiglie – spiega Pasqua – e abbiamo voluto essere presenti anche oggi davanti a Palazzo D’Orleans. La Regione deve attivarsi immediatamente per far mettere a regime la Consulta Regionale delle Associazioni, per l’emanazione delle linee guida delle APS per il budget salute, per adeguare le piante organiche delle ASP potenziando il personale del Dipartimento Salute Mentale e ancora per attivare la rete dei servizi per la salute mentale, per emanare un atto normativo che consideri i centri di Servizio Psichiatrico di Diagnosi e Cura come strutture ad alta attività assistenziale, ovviamente adeguandone il personale. Non riesco a capire di cosa si occupi l’assessorato regionale alla sanità quando migliaia di persone, e i numeri sono purtroppo in aumento, hanno necessità di assistenza dei servizi di salute mentale. Perché ad esempio l’assessore Razza non si occupa di potenziare i servizi di Neuro Psichiatria Infantile? Perché non riapre tutti le unità operative del Servizio Psichiatrico Diagnosi e Cura? Tutte questioni che abbiamo già posto alla Regione con atti parlamentari, ma ad oggi non è arrivata alcuna risposta. Dato che la situazione covid ha peggiorato le cose, è indispensabile una risposta immediata da parte del governo Musumeci” – conclude Pasqua. 




Di sicilia5stelle:

FONTE : sicilia5stelle