Smart working nella Pa: primi al mondo in vera rivoluzione culturale

I dipendenti pubblici promuovono a pieni voti lo smart working e, da ministro che lo ha fortemente voluto come strumento di contrasto alla crisi pandemica, non posso che esserne orgogliosa!
Siamo stati i primi al mondo a utilizzare questa modalità di lavoro con percentuali inimmaginabili pochi giorni prima.
Non è stato facile per me, sono stata ostacolata in ogni modo, ma non ho mollato.
Non è stato facile per i dipendenti pubblici, sono stati ostacolati in ogni modo da una poderosa campagna diffamatoria e dalle difficoltà quotidiane, ma non hanno mollato!

Nonostante tutto, un grande successo, una grande rivoluzione culturale!
Il sondaggio di Forum Pa dice che il 69,5% ha potuto organizzare e programmare meglio il lavoro e il 34,9% ha operato in un clima di maggior fiducia e responsabilizzazione.
Inoltre, lavorare da casa non ha significato smettere di essere produttivi: per il 41,3% dei dipendenti Pa, l’efficacia lavorativa è migliorata.

Abbiamo fatto la storia reagendo a una crisi senza precedenti con idee innovative: non ci sarebbe stata la possibilità di tutto ciò senza lo spirito e la ventata di freschezza portati al Governo del Paese dal Movimento 5 stelle. L’88% di adesione a queste idee da chi tutti i giorni lavora per l’Italia mi riempie di gioia, non sono certo queste le percentuali di chi non coglie le istanze del Paese reale.
Avanti a testa alta!



Di Fabiana Dadone:

FONTE : Fabiana Dadone