SMART MILITARY DISTRICT: COSA SONO E PERCHE’ SARANNO IL FUTURO

SMART MILITARY DISTRICT: COSA SONO E PERCHE’ SARANNO IL FUTURO - M5S notizie m5stelle.com

Spesso sentiamo parlare di Intelligenza Artificiale applicata al mondo militare. Troppe volte l’accostamento viene fatto solo ed esclusivamente nei confronti dei sistemi di armamento tralasciando aspetti fondamentali della vita militare nei quali le nuove tecnologie possono apportare innovazioni decisive, sfruttando per una volta l’esperienza del mondo civile.

Stiamo parlando degli Smart Military District o semplicemente delle cosiddette basi smart.

Cosa sono?

Una base smart impiega tecnologie , intelligenza artificiale, Internet of Things, automazione e analisi dei dati allo scopo di migliorare la qualità, rapidità ed efficienza delle sue funzioni e dei suoi servizi. L’utilizzo di questi sistemi permette di raccogliere grandi quantità di dati consentendo operazioni più economiche ed aiutano il personale militare nella scelta della decisione migliore.

Sotto questo profilo in diverse parti del mondo si è deciso di ripensare totalmente l’utilizzo dei fondi per il proprio patrimonio immobiliare, destinandoli verso la tramutazione di vecchie basi in Smart Military District.
Questa nuova concezione di base crea delle vere e proprie smart community autonome energeticamente, sicure ed efficienti.

Per risolvere le sfide che la corsa all’innovazione sta portando, le Forze Armate più avanzate si stanno impegnando nello sviluppo della prossima generazione di tecnologie wireless in grado di supportare la sicurezza nazionale migliorando la resilienza e l’efficienza operativa delle basi militari , incrementando la qualità della vita al loro interno attraverso la creazione di vere e proprie basi smart in grado di prendere il meglio dalle esperienze civili del mondo Smart City.

rielaborazione dati US IGNITE

A seconda delle esigenze delle differenti sensibilità nazionali questo tipo di tecnologie non rientrano solo nel concetto di sicurezza in sé stessa ma vanno verso anche verso un concetto di mondo ecosostenibile.

La Difesa italiana si sta impegnando sotto questo aspetto nella creazione degli Smart Military District che partono dalla previsione delle cd. Caserme Verdi, Basi Blu e Aeroporti Azzurri e mirano ad arrivare a sistemi complessi in grado di migliorare ulteriormente le proprie performance. Come espresso già nel Documento Pluriennale Programmatico 2018-2020 , l’obiettivo è la realizzazione di nuovi distretti energetici intelligenti nei quali sia massimizzato il ricorso all’autoconsumo e la gestione dei flussi energetici avvenga in tempo reale in un alveo certo di cyber security. In tale ambito, la Difesa italiana potrà giocare un ruolo cruciale, anche a sostegno degli altri dicasteri, nell’ambito della protezione delle infrastrutture critiche energetiche, sia come possibile entità istituzionale ospitante nodi di rilevanza strategica della rete di approvvigionamento/distribuzione, sia per il fattivo contributo alla difesa cibernetica del Paese, nell’ottica del consolidato paradigma del binomio energy security-cyber security.

SMART MILITARY DISTRICT: COSA SONO E PERCHE’ SARANNO IL FUTURO - M5S notizie m5stelle.com

elaborazione del Ministero della Difesa



Di Luca Frusone:

FONTE : Luca Frusone