Settimana dell’Amministrazione Aperta 2019, l’open-day al Mit

Dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti:

Anas, Polstrada, Albo autotrasporto insieme per studenti e cittadini all’iniziativa

15 marzo 2019 – Una giornata a porte aperte quella di oggi al Mit, durante la quale cittadini, alunni di scuola e passanti incuriositi hanno potuto partecipare alle diverse attività proposte, organizzate in occasione della Settimana dell’Amministrazione Aperta #SAA2019, la manifestazione promossa dal Dipartimento della Funzione Pubblica e dedicata alla promozione e allo sviluppo della cultura e della pratica della trasparenza, della partecipazione e dell’accountability.

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, ha fatto gli onori di casa, salutando due classi di alunni dell’Istituto Magarotto ed il personale di Mit, Anas e Polizia Stradale presenti invece sul piazzale antistante il Ministero a Porta Pia.

Gli alunni hanno poi proseguito le loro attività nella biblioteca della sede ministeriale, dove hanno partecipato molto attivamente ad un laboratorio di coding per la progettazione di un robot sul tema “strada sicura”.

I passanti, incuriositi dalla colorata presenza di stand e veicoli sul piazzale, hanno invece potuto sperimentare, grazie alla dotazione della Direzione Sicurezza Stradale del Mit, il simulatore di guida in bicicletta, testare – sempre con simulatore – le proprie capacità in stato di ebbrezza e vedere all’opera un etilometro nel Point Office Mobile nello spazio a cura del personale della Motorizzazione Civile del Mit. O ancora verificare le proprie capacità di guida di un mezzo pesante con il simulatore dell’Albo dell’Autotrasporto portato da Ram.

Per una maggiore sicurezza delle infrastrutture stradali e degli utenti della strada, Anas Spa ha presentato la gamma completa di barriere di sicurezza di tipo continuo, ideate per tutelare e proteggere tutti gli utenti più vulnerabili della strada. Nel piazzale è stato esposto il nuovo modello di barriera spartitraffico centrale di tipo continuo con un dispositivo per la tutela dei motociclisti, interamente progettato da un team di ingegneri interni all’azienda. Sempre per Anas erano inoltre presenti Delphi (Delineation photometric instrument), l’apparecchiatura per la determinazione visibilità notturna della segnaletica orizzontale, che esegue misurazioni in continuo ad alta velocità (superiore a 90 km/h) senza incidere sul traffico e Cartesio, un mezzo per il rilievo topografico delle strade che aiuta a prevenire il logoramento dell’asfalto. Entrambi i mezzi consentono di effettuare i monitoraggi necessari alla pianificazione degli interventi sugli oltre 30.000 km di rete stradale in gestione ad Anas.

Nel “Pullman azzurro” della Polizia Stradale, invece, gli agenti hanno portato le preziose iniziative già testate nelle scuole e realizzate nell’ambito del progetto Icaro, profilate in collaborazione con il Dipartimento di Psicologia dell’università di Roma La Sapienza, e adatte ad ogni tipo di ciclo scolastico, dalla scuola materna all’università.

Gli stand sono stati visitati, nel corso della mattinata, anche dal Sottosegretario ai Trasporti Michele Dell’Orco e dal Vice Presidente della Commissione Trasporti della Camera, Diego De Lorenzis, che hanno potuto verificare l’efficacia dei programmi di educazione stradale e testare in prima persona i simulatori di guida.

Le attività proseguiranno sul piazzale fino alle 16.

Ministro bimbi

bimbi in coding

Ministro Anas

Dell'Orco e De Lorenzis Polstrada

Ministro al simulatore

simulatore



FONTE : Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti