Seoul, 70mo anniversario Ospedale da Campo italiano

Italia e Corea ricordano il 70mo anniversario dell’arrivo dell’ospedale da campo n.68 a Seoul. Alla presenza del Vice Ministro coreano del Ministero dei Patrioti e dei Veterani, Lee Nam-woo, del Generale Paul LaCamera, comandante dell’United Nations Command, dell’Ambasciatore Italiano in Corea, Federico Failla, e dell’Addetto alla Difesa, Colonnello Nicola Gigante, è stata deposta giovedì 16 dicembre una corona di fiori presso la stele che ricorda l’attività dell’ospedale da campo, che operò nel quartiere di Youngdeunpo-gu, presso la scuola elementare Usin.

I partecipanti alla cerimonia hanno ricordato i tragici eventi di quegli anni e il generoso contributo dell’Italia, che, sebbene non facesse ancora parte delle Nazioni Unite, decise di dimostrare la propria solidarietà con la popolazione coreana, inviando un ospedale da campo militare gestito dalla Croce Rossa Italiana, che operò fino al gennaio del 1955.

Oltre 200.000 pazienti di tutte le parti belligeranti vennero curati presso l’ospedale n.68, a testimonianza dell’azione umanitaria e in favore della pace che l’Italia repubblicana ha svolto e svolge nelle aree di conflitto.



Dal Ministero dello Sviluppo Economico:

FONTE : Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale