Scuola, Gallo( m5s): concorso stem, presentata interrogazione

Cosa intende fare il Ministro dell’Istruzione sui posti residui del concorso Stem?

Se il governo ha deciso, a partire dalla scrittura del Pnrr di rafforzare le competenze dei cittadini italiani per guidare la transizione ecologica e digitale puntando sulle materie Stem (science, technology, engineering e mathematics), accelerando le assunzioni di docenti di area di cui la scuola italiana è carente, credo che
il Ministero possa consentire ai candidati del concorso STEM, che hanno superato tutte le prove del concorso conseguendo l’abilitazione all’insegnamento ai sensi dell’art. 7, comma VI, del D.D. n. 826/2021, di essere assunti a copertura di un posto vacante e disponibile previsto per la medesima classe di concorso di partecipazione ma in una regione diversa da quella scelta all’atto di partecipazione.

Qui il testo dell’interrogazione

Al Ministro dell’Istruzione

Premesso che
Il Decreto Legge 25 maggio 2021, n. 73, recante “Misure urgenti connesse all’emergenza da COVID-19, per le imprese, il lavoro, i giovani, la salute e i servizi territoriali” ha disciplinato all’art. 59, cc. 14 e seguenti, le modalità di svolgimento delle procedure concorsuali ordinarie già bandite con Decreto Dipartimentale 21 aprile 2020, n. 499 per le classi di concorso A020, A026, A027, A028 e A041 (c.d. concorso materi STEM);
Nel suddetto D.L., è definito, per ogni classe di concorso, un numero massimo di posti messi a concorso, ed in particolare: per la classe di concorso A020 Fisica sono previsti 282 numeri di posti, per la classe di concorso A026 – Matematica n. di posti 1005, per la classe di concorso A027 – Matematica e fisica n. di posti 815, per la classe di concorso A028 – Matematica e scienze n. di posti 3124 ed infine per la classe di concorso A041 – Scienze e tecnologie informatiche n. di posti 903, distribuiti per le nella varie Regioni con esclusione della sola Valle D’Aosta;
Ai sensi dell’art. 7, comma VI, del D.D. n. 826/2021, coloro che superano tutte le prove concorsuali, attraverso il conseguimento dei punteggi minimi di cui all’art. 6 del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 59, pur non risultando vincitori di concorso, conseguono l’abilitazione all’insegnamento per la classe di concorso di partecipazione;
il governo ha deciso, a partire dalla scrittura del Pnrr di rafforzare le competenze dei cittadini italiani per guidare la transizione ecologica e digitale puntando sulle materie Stem (science, technology, engineering e mathematics), accellerando l’assunzioni di docenti di area di cui la scuola italiana è carente

Si chiede di sapere:

se il Ministero intende agire affinché si possa consentire ai candidati che pur non essendo vincitori di concorso STEM hanno comunque superato tutte le prove del concorso conseguendo l’abilitazione all’insegnamento ai sensi dell’art. 7, comma VI, del D.D. n. 826/2021, di essere assunti a copertura di un posto vacante e disponibile previsto per la medesima classe di concorso di partecipazione ma in una regione diversa da quella scelta all’atto di partecipazione



Di Gallo Luigi – Già Presidente della Commissione Cultura della Camera dei Deputati:

FONTE : Gallo Luigi – Già Presidente della Commissione Cultura della Camera dei Deputati