Scarpinato: “La mia candidatura col M5S per difendere la legalità e la Costituzione”. Di Paola: “Gli altri candidano imputati, noi un grande ex magistrato: è un segnale fortissimo”.

L’ex procuratore generale oggi alla presentazione delle liste M5S del Palermitano, dove corre come capolista al Senato: “Il Movimento ha fatto sempre politica alla luce del sole, per questo è una spina nel fianco del potere”.

“Quando il presidente Conte mi ha proposto la candidatura ci ho pensato, ma ho accettato perché il M5S avrà anche fatto in passato scelte non condivisibili, ma un fatto è certo: ha sempre fatto politica alla luce del sole, è estraneo ai metodi della politica occulta, per questo è visto come una spina irritativa nel fianco dell’estabilishment del potere che non è riuscito a omologarlo e a integrarlo. Il fatto che al recente meeting di Comunione e Liberazione sono stati invitati tutti gli esponenti dei partiti politici tranne Conte, è la riprova dell’intolleranza trasversale, da destra a sinistra, nei confronti di questo Movimento e dimostra che siamo dalla parte giusta”.
Lo ha detto l’ex procuratore generale di Palermo, Roberto Scarpinato oggi a Palermo nel corso della presentazione dei candidati M5S del Palermitano alle prossime elezioni regionali e politiche, dove l’ex magistrato è capolista al Senato.
“Il primo a cui ho riferito della proposta di Conte – ha detto Scarpinato – è stato Nino Di Matteo che mi ha detto di accettare. Mi candido per continuare a fare da parlamentare quello che ho fatto da magistrato: difendere la Costituzione e la legalità. Con Conte ho rivendicato la mia indipendenza, mi riservo di esprimere eventuale dissenso, ove fosse necessario”.
“Ho deciso di accettare la candidatura – ha continuato Scarpinato -perché il Movimento 5 stelle nel tempo ha progressivamente definito la propria identità, ancorandola fermamente ad alcuni assi portanti della Costituzione. la difesa della legalità, la questione sociale, la lotta contro le diseguaglianze, la tutela dei beni collettivi. E ancora, ho deciso di accettare perché molti segnali attestano che la nostra democrazia è in pericolo e in fase di regressione. Siamo dinanzi ad una sfida che chiama ciascun cittadino alle sue responsabilità, sta a ciascuno di noi scegliere. Vogliamo ancora una volta affidare le chiavi del nostro futuro alla vecchia politica, responsabile del fallimento storico in cui ci troviamo o vogliamo scegliere una nuova classe dirigente caratterizzata da onestà e competenza? Ogni cittadino è chiamato a schierarsi. Chi pensa di poter stare in casa e di stare a guardare per indifferenza o per disillusione deve sapere che rischia di andare a dormire da cittadino e svegliarsi da suddito”.
Alla conferenza era presente, oltre alla gran parte dei candidati in lista, il candidato presidente alla Regione per il M5S, Nuccio Di Paola. “La nostra asticella sulla legalità – ha detto Di Paola – è sempre stata alta, per cui per noi è un onore avere Roberto Scarpinato come capolista al Senato per la parte occidentale della Sicilia. E’ un segnale chiaro e forte, soprattutto in un momento in cui il Centrodestra candida come presidente della Regione un imputato al processo Montante”.
“Se i siciliani ci daranno l’opportunità di governare la Regione – ha continuato Di Paola – chiedo al dottor Scarpinato fin da oggi l’impegno di stare accanto a noi. In Sicilia ci sarà tantissimo da fare se succederà quel che auspichiamo”.

Questii candidati 5 stelle nel Palermitano:
ARS:Nuccio Di Paola (deputato uscente Ars) , Luigi Sunseri (deputato uscente Ars), Roberta Schillaci deputata uscente Ars), Adriano Varrica(deputato uscente Camera), Fabrizio Bilello (laurea magistrale inscienze infermieristiche), Provvidenza Barrovecchio (imprenditrice),Massimo Ruggieri (operatore turistico), Giorgio Castagna (geologo,docente matematica e scienze), Calogero Cerami (ostetrico), Maria Rosa Favuzza (agente assicurativo e promotore finanziario), Domenico Gambino (operatore turistico), Irene Gionfriddo (avvocato civilista e canonista) Venera Lazareanu (consulente export freelancer), Luca Lecardane (segretario amministrativo azienda edile), Antonio Parisi (agente di commercio), Marianna Ruggeri (dipendente autorità di bacino).

CAMERA: Plurinominale Sicilia 1 01: Giuseppe Conte (presidente M5S), Valentina D’Orso(deputata uscente Camera), Davide Aiello (deputato uscente Cameravdeputati ), Daniela Morfino ( insegnante). Uninominale: DavideAiello, Sicilia 1- 01 (deputato uscente Camera deputati); LeonardoPenna, Sicilia 1 -02 (deputato uscente Camera deputati ); Daniela Morfino, Sicilia 1 -03 (insegnante).

SENATO: Plurinominale Sicilia 01: Roberto Scarpinato (ex magistrato), Concetta-Ketty Damante (deputata uscente Ars), Pietro Lorefice (senatore uscente), Maria Bellavia (impiegata). Uninominale:Dolores Bevilacqua (consulente in ambito assicurativo), Giuseppe Chiazzese(deputato uscente Camera).

Scarpinato: “La mia candidatura col M5S per difendere la legalità e la Costituzione”. Di Paola: “Gli altri candidano imputati, noi un grande ex magistrato: è un segnale fortissimo”. - M5S notizie m5stelle.com
Scarpinato: “La mia candidatura col M5S per difendere la legalità e la Costituzione”. Di Paola: “Gli altri candidano imputati, noi un grande ex magistrato: è un segnale fortissimo”. - M5S notizie m5stelle.com



Di sicilia5stelle:

FONTE : sicilia5stelle