SAVAGER FUNZIONA, SIA RESO STRUTTURALE E ESTESO ALLA PREVENZIONE DI DISSESTO IDROGEOLOGICO E CONSUMO DI SUOLO

Con questa risoluzione chiediamo a Regione Lombardia di rendere il progetto Savager attività strutturale di ARPA Lombardia. Estendendolo anche al monitoraggio relativo a consumo di suolo e dissesto idrogeologico.

Di cosa si tratta?

Il progetto Sorveglianza Avanzata sulla Gestione dei Rifiuti (SAvaGeR) consiste in un piano di sorveglianza periodica del territorio lombardo, basato su immagini ad alta risoluzione da satellite o da aereo attraverso l’ausilio delle quali intercettare la maggior parte delle anomalie e i casi di potenziale illegalità nell’ambito della gestione dei rifiuti. Nonché la localizzazione di depositi abusivi.

Nel 2019 un mio emendamento al Bilancio aveva finanziato la consegna ad ARPA della strumentazione necessaria ad avviare il progetto. I risultati sono stati brillanti. Nel biennio 2019-2020 nelle province di Pavia, Lodi e Brescia sono stati controllati 23 siti critici. In 22 di essi è stata confermata la presenza di non conformità, con una accuratezza del 96%. La sperimentazione del progetto termina nel 2021. Per questo motivo, in funzione dei risultati ottenuti, chiediamo che Savager diventi uno standard operativo del sistema di controllo e gestione del territorio lombardo, nelle mani di ARPA. Non solo chiediamo a Regione Lombardia di svilupparne le potenzialità al fine di estendere Savager anche alla lotta al consumo di suolo e al dissesto idrogeologico.

Di pari passo chiediamo siano attivati “Nuclei di Sicurezza Urbana” e “Nuclei di Tutela Ambientale – Ecologica” in tutti i capoluoghi lombardi. Prevedendo che anche la loro attività diventi strutturale al fine di migliorare le azioni di controllo ambientale volta alla prevenzione degli illeciti nel territorio lombardo.

Quando le idee sono buone e portano a risultati concreti per i cittadini e per l’ambiente, la politica ha il dovere di essere unita nel realizzarle e promuoverle.

Confidiamo che Regione Lombardia e la commissione Ambiente, in considerazione dei risultati ottenuti, concordi con noi con l’opportunità di estendere e potenziare il progetto.



Di Massimo De Rosa:

FONTE : Massimo De Rosa