Sanita’ – Marcelli: il PD vota contro il rafforzamento del Regina Elena. Scelta politica gravissima

Sanita’ – Marcelli: il PD vota contro il rafforzamento del Regina Elena. Scelta politica gravissima - M5S notizie m5stelle.com

In Consiglio regionale respinta nostra Mozione che chiedeva un’inversione di tendenza alla politica dei tagli nei confronti dell’Istituto

Roma, 29 gennaio – “Il depotenziamento dell’Istituto Tumori Regina Elena è sotto gli occhi di tutti ma il Partito Democratico si gira dall’altra parte e in Consiglio regionale vota contro la nostra Mozione che chiedeva un’inversione di tendenza alla politica dei tagli e dei declassamenti nelle dinamiche organizzative dell’Istituto. Mi sarei aspettato maggiore attenzione verso una struttura che dal 1933 rappresenta un polo di eccellenza per l’oncologia e che negli ultimi anni ha subito un vero e proprio ridimensionamento che ha provocato anche un’emorragia di professionalità di alto livello. Ha prevalso invece un arroccamento pregiudiziale e politicamente scellerato, piuttosto che un ragionamento lucido a beneficio dell’Ospedale e dei tanti pazienti oncologici per i quali esso rappresenta un punto di riferimento importante a livello nazionale.

Eppure la pandemia Covid dovrebbe averci insegnato quanto sia stata devastante la politica dei tagli alla sanità pubblica, che ha sfibrato il Servizio Sanitario,  costringendolo ad affrontare l’emergenza in condizioni di estrema debolezza.

Sono fermamente convinto che l’Istituto Tumori Regina Elena debba superare queste carenze e ritornare ad una operatività consona alla sua reputazione ed è per questo che ho fatto formale richiesta affinché l’Assessore D’amato e il direttore generale degli IFO Francesco Ripa Di Meana vengano a riferire in Commissione Sanità sullo stato in cui si trova il centro oncologico e sulle possibili soluzioni per ridare solidità e competitività alla struttura ospedaliera”.

Così in una nota Loreto Marcelli, consigliere M5S alla Regione Lazio e vice-Presidente della Commissione Sanità



Di M5S Lazio:

FONTE : M5S Lazio