Sanità- F. De Vito (M5S): Regione prenda in carico percorsi terapeutici dei pazienti post-Covid

È sufficiente applicare un codice di esenzione ticket, denominato P01, già esistente

Roma, 24 febbraio – “Nel Lazio esiste un gran numero di pazienti guariti dal Covid-19 che continuano ad avere necessità di cure per patologie legate al contagio dal virus. La necessità di sottoporsi a controlli successivi e acquistare medicinali in funzione di queste conseguenze, non può gravare sul paziente”.

“Il carattere di questa emergenza sanitaria è assolutamente in linea con i tratti pandemici a cui si riferisce il Decreto Legislativo n.124 del 1998 che prevede uno specifico codice di esenzione, denominato P01, per le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e di assistenza specialistica disposte a livello locale in situazioni epidemiche. Di conseguenza, ad inizio anno, ho presentato una mozione insieme con il collega Loreto Marcelli, vicepresidente in Commissione Sanità, che aveva lo scopo di sollecitare la Regione Lazio al riguardo, evidenziando come altre Regioni si fossero già attivate in tal senso”. Così in una nota la consigliera regionale M5S, Francesca De Vito.

“Oggi purtroppo esistono un gran numero di pazienti ancora in condizioni gravissime che devono sostenere cure e decorsi molto lunghi e costosi dopo la loro guarigione che riguardano prestazioni ambulatoriali di follow up clinico necessarie a monitorare il decorso della malattia da COVID-19. Attualmente sono molte le associazioni costituitesi da questi pazienti che chiedono di poter raccontare il loro calvario chiedendo l’attenzione e l’aiuto del Sistema Sanitario Regionale. È una battaglia che sentiamo di poter fare nostra perché riguarda potenzialmente tutti i cittadini.”

“Non stiamo chiedendo l’introduzione di un codice di esenzione temporaneo, come per altro fatto da alcune Regioni, ma voler dare attuazione a qualcosa di già esistente, attraverso un’adeguata campagna di informazione presso le ASL e i medici di base per raggiungere coloro che potrebbero non essere a conoscenza di questa possibilità”, conclude De Vito.



Di M5S Lazio:

FONTE : M5S Lazio