SALARIOMINIMO PER RESTITUIRE DIGNITÀ AL LAVORO

La nostra proposta di legge sul Salario Minimo, depositata in Senato dal luglio 2018,
ha lo scopo di aumentare il potere d’acquisto, a beneficio delle migliaia di piccole medie imprese italiane, ma anche stimolare una maggiore produttività poiché un lavoro ben pagato corrisponde ad un lavoro più efficiente.

E mente chi sostiene che 9 euro lordi all’ora corrispondano al Salario Minimo più alto d’Europa, in Germania non si può andare per legge sotto i 9,13 euro, in Belgio sotto i 9,41 euro, in Olanda sotto i 9,33, e in Francia addirittura sotto i 10,03.

Per questo da tempo insistiamo sulla necessità di introdurre il Salario Minimo, al fine di contrastare disuguaglianze, dumping salariale e concorrenza sleale.

Una battaglia di giustizia sociale, di cui ci siamo fatti portavoce e che riteniamo debba essere combattuta con forza per costruire un Paese più equo e inclusivo nel post pandemia. 



Di Tiziana Ciprini:

FONTE : Tiziana Ciprini