Rosario Livatino: il primo magistrato beato

Il giudice Rosario Livatino, ucciso dalla mafia ad Agrigento, sarà il primo magistrato beato. Aveva 38 anni quando, il 21 settembre 1990, venne assassinato a colpi di pistola dai killer della “Stidda agrigentina”.

Ieri Papa Francesco ha annunciato la sua beatificazione ed ha sottolineato l’esempio che Livatino è stato, non soltanto per i magistrati, ma per tutti i cittadini e le istituzioni, per la coerenza e per l’impegno che metteva nel lavoro e nella difesa della giustizia.

Quando fu ucciso non lo conosceva quasi nessuno. Lavorava in un Tribunale di periferia, si occupava dei sequestri e delle confische dei beni di provenienza illecita acquisiti dai mafiosi. Lo faceva in modo inattaccabile, con grande professionalità e con risultati concreti.

Livatino ci ha lasciato un grande esempio, la mafia lo ha ucciso, ma le sue idee non sono mai morte.



Di Angelo Tofalo:

FONTE : Angelo Tofalo