Roma tra i primi a varare l’ampliamento delle occupazioni di suolo pubblico per aiutare i ristoratori.

In questi mesi ho parlato con tantissimi ristoratori messi in difficoltà dalla pandemia. Ho ascoltato le loro richieste e ho capito le loro esigenze. Per questo sono felice di dare loro una buona notizia: le attività commerciali (come ristoranti e bar) che lo richiederanno, potranno occupare lo spazio esterno alle proprie vetrine fino al 31 dicembre.

È una decisione che abbiamo preso per venire incontro agli operatori preoccupati dalle limitazioni imposte in questo ultimo periodo. In questo modo tutti gli esercizi commerciali che non hanno spazi sufficienti, potranno chiedere di usufruire dell’area esterna adiacente alle proprie vetrine.

Basterà presentare le domande attraverso l’invio telematico all’ufficio competente del Municipio (allegando la sola planimetria) per richiedere l’autorizzazione, sempre nel rispetto del decoro urbano, di banconi e strutture esterne.

Voglio ricordare che a Roma siamo stati tra i primi a varare l’ampliamento delle occupazioni di suolo pubblico. Abbiamo offerto ai ristoratori la possibilità di occuparlo straordinariamente e gratuitamente con tavolini all’aperto per aiutarli e supportarli in questa situazione difficile. Ringrazio l’assessore Andrea Coia Assessore Sviluppo Economico, Turismo e Lavoro Roma Capitale per il lavoro svolto.

Bisogna ripartire. Passeggiare per la città e vedere di nuovo le persone sedute ai tavoli dei ristoranti è un segnale di speranza.

Virginia Raggi