Roma riparte dalla cultura.

Roma riparte dalla cultura. Da oggi iniziano le riaperture dei musei comunali e delle aree archeologiche. Cittadini e turisti possono tornare a visitare le meraviglie della nostra città, in sicurezza e nel rispetto delle regole. È un bel segnale di speranza.

Da oggi si possono visitare nuovamente i Musei Capitolini, i Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali, il Museo dell’Ara Pacis, i Fori Imperiali e il Mausoleo di Augusto, riaperto lo scorso marzo. Inoltre, sempre da oggi, si può di nuovo attraversare il percorso pedonale dell’area archeologica del Teatro di Marcello, chiuso da marzo 2020. Da questa settimana sarà possibile andare nei musei anche nei fine settimana: in questo caso sarà obbligatoria la prenotazione.

Tra le mostre che riaprono, da non perdere “I marmi Torlonia. Collezionare capolavori” (fino al 29 giugno a Villa Caffarelli, con prenotazione obbligatoria) e al Museo dell’Ara Pacis la mostra “Josef Koudelka. Radici. Evidenza della storia, enigma della bellezza” (fino al 29 agosto). Il 5 maggio, per i 200 anni dalla morte di Napoleone a Sant’Elena, il Museo Napoleonico ospiterà la mostra “Napoleone, ultimo atto. L’esilio, la morte, la memoria”, che racconterà la figura di Napoleone attraverso oggetti, documenti, stampe, dipinti e altri materiali delle collezioni del museo. Tra le altre novità, dal 12 maggio nel parco di Villa Borghese, la seconda edizione di “Back to Nature” con installazioni di artisti di fama internazionale, da Leandro Erlich a Michelangelo Pistoletto.

Per tutte le altre informazioni potete consultare www.museiincomuneroma.it.


Virginia Raggi

Roma riparte dalla cultura. - M5S notizie m5stelle.com