Ritardi certificati post Covid, problemi informatici senza risposta

“Mi sarei aspettata una risposta da parte di chi ha la delega ai Servizi informativi, perché il problema dei ritardi o del mancato ottenimento del green pass o del certificato di fine isolamento o guarigione è soprattutto di natura informatica”. Lo afferma la consigliera regionale del MoVimento 5 Stelle, Ilaria Dal Zovo, che ha presentato un’apposita interrogazione in materia, a cui è stata data risposta in aula da parte dell’assessore alla Salute, Riccardo Riccardi.

“Le segnalazioni sui disservizi nell’ottenimento di queste certificazioni sono continue, nonostante dal 21 gennaio sia attivo un sistema informatico, messo a punto dalle Aziende sanitarie, in collaborazione con la Direzione Salute e Insiel, che avrebbe dovuto semplificare il procedimento e smaltire il pregresso” rimarca Dal Zovo.

“Al di là della gestione di una enorme mole di casi e di conseguenti certificazioni, sottolineata dall’assessore Riccardi, ci sono state numerose difficoltà sul piano informatico, dall’impossibilità di scaricare la documentazione alla mancata ricezione dell’SMS per ‘liberare’ le persone dall’isolamento o per sancirne la guarigione dopo il tampone negativo – conclude la consigliera M5S -. Purtroppo non abbiamo avuto risposta in merito alle azioni che si vogliono tecnicamente mettere in pratica per risolvere i problemi e garantire tempestività nella trasmissione dei certificati, proprio perché a risponderci non è stato l’assessore competente per Insiel”.



Di M5S Friuli Venezia Giulia:

FONTE : M5S Friuli Venezia Giulia