Ripristino sedi giudiziarie soppresse, Campo (M5S all’Ars): “Non ci hanno fatto correggere la legge-voto. Ora il tema si discuta a Roma”

“Dopo aver fatto ‘appena’ 30 tentativi, la maggioranza ce l’ha fatta ed è arrivata la fumata bianca per la legge-voto sul ripristino delle sedi giudiziarie soppresse. Nonostante la norma sia apprezzabile nel merito, l’articolo 5 contiene un grossolano errore che l’Assemblea non ci ha permesso di discutere e correggere, sottraendo di fatto del personale ad alcune strutture che hanno già una grave carenza di organico. Lo abbiamo ribadito in Aula ma ci è stata negata la possibilità di presentare un emendamento”. 

Lo dichiara la deputata regionale del Movimento 5 Stelle, Stefania Campo, dopo l’approvazione di oggi in Aula del disegno di legge voto n. 1088 sulle “Modifiche al decreto legislativo 7 settembre 2012, n. 155 – Nuova organizzazione dei tribunali ordinari e degli uffici del Pubblico Ministero”. 

“Ora che la legge è passata – prosegue Campo – ci aspettiamo che non si tratti solo una norma destinata a rimanere sulla carta e utilizzata per fare propaganda elettorale a ridosso delle elezioni, ma che questo governo, piuttosto, dia il giusto seguito con interlocuzioni a Roma, che ad oggi rappresenta l’unica sede deputata a dirimere la questione”. 



Di sicilia5stelle:

FONTE : sicilia5stelle