Renzi indagato per “Finanziamento illecito”

“La nuova puntata sulle inchieste a carico di Matteo Renzi è inquietante.
Secondo la Procura di Roma, che ha deciso di indagarlo per “Finanziamento illecito”, il senatore avrebbe firmato dei contratti per l’ideazione e la conduzione di un programma, dietro i quali si nasconderebbe, appunto, il finanziamento occulto dell’attività politica.

Nuove ombre su Renzi, tutte da chiarire.

L’indagine farà il suo corso e ne sapremo di più. Restano, però, quei dubbi: a cominciare dalla decisione della società Arcobaleno Tre di Lucio Presta (che Renzi volle candidare anche a sindaco di Cosenza) di pagare 400mila euro per un programma sulla città di Firenze che ha ottenuto come share il 2 per cento (percentuale alla quale, a quanto pare, Renzi sembra essersi affezionato). Un compenso astronomico, superiore a quello garantito a star della tv per programmi popolarissimi.

Altri soldi, secondo la ricostruzione dei giornali, sarebbero arrivati a Renzi per l’ideazione di programmi così geniali da non essere mai andati in onda. E insieme alle somme del progetto fiorentino, si arriverebbe così a circa 700mila euro.
Renzi autore, conduttore, intervistatore, opinionista, pagato fior di quattrini. Si muove senza imbarazzi tra il rinascimento fiorentino e quello saudita, come se nulla fosse. Mentre nel frattempo, gli italiani gli assicurano da anni un corposo stipendio da parlamentare per fare… il parlamentare. Magari, se riesce, durante la pubblicità.”