Regione Lombardia deve chiudere le porte a qualsiasi estremismo

Basta accettare o giustificare azioni di matrice fascista, io come M5S ho chiesto che Regione Lombardia chiuda una volta per tutte le porte a qualsiasi estremismo, in maniera chiara e definitiva.

Milano, 18 ottobre 2021 – Con una mozione urgente ho chiesto a tutta la Giunta regionale di impegnarsi in interventi decisi e immediati per promuovere una cultura della legalità a tutti i livelli, contrastando qualsiasi forma di estremismo politico e di violazione dei principi democratici su cui si fonda la nostra Costituzione.

È inaccettabile che al giorno d’oggi continuiamo ad assistere ad episodi gravissimi di estremismo politico, soprattutto di tipo fascista. Urge un immediato intervento da parte delle Istituzioni, la nostra proposta è molto chiara.

La mozione che il Movimento 5 Stelle Lombardia chiederà di discutere nel Consiglio regionale di martedì 19 ottobre, chiede innanzitutto la promulgazione di un codice etico e comportamentale per le istituzioni lombarde, che preveda adeguati provvedimenti disciplinari per chi professi ideologie fasciste o neofasciste e controlli e precluda l’accesso alle sedi istituzionali da parte di soggetti vicini, simpatizzanti o promotori di dottrine vicine al fascismo o dichiaratamente fasciste, naziste, neofasciste o di qualsiasi forma di estremismo.

Nella mozione, chiedo inoltre che si dia vita ad una campagna di comunicazione massiva da parte di Regione Lombardia, anche tramite l’acquisto di spazi pubblicitari su giornali locali e l’organizzazione di eventi sul tema della legalità, dei principi democratici costituzionali e del contrasto ad ogni forma di estremismo politico. Lo stesso andrà fatto per gli istituti scolastici distribuendo materiale informativo che faccia “informazione storica” anche tra i ragazzi, senza ambiguità, professando una cultura antifascista ed ispirata ai principi di legalità e democrazia.

È ora di dire basta a questi ammiccamenti, ambiguità o inattività di fronte ad azioni di una matrice dichiaratamente illegale nel nostro Paese, quale è il fascismo.



Di Massimo De Rosa:

FONTE : Massimo De Rosa