RECOVERY PLAN

RECOVERY PLAN

Il rilancio del mercato del lavoro passa attraverso la riduzione delle disuguaglianze: è questo l’obiettivo principale alla base dei progetti che il ministero del Lavoro ha elaborato in vista del #RecoveryPlan.

Si tratta di 11 progetti con i quali il dicastero mira a realizzare un miglioramento non solo da un punto di vista quantitativo, in termini di aumento del tasso di occupazione, ma anche sotto il profilo qualitativo.

Fra i pilastri del piano per il lavoro sono previste misure che garantiscano redditi adeguati mediante l’introduzione di un salario minimo orario legato alla detassazione dei rinnovi contrattuali dei Contratti collettivi nazionali di lavoro.

A queste si aggiunge la completa rivisitazione della disciplina degli ammortizzatori sociali, poiché è necessario snellire l’impianto normativo e ridisegnare un sistema universalistico nel quale siano coinvolte le imprese di tutti i settori produttivi e i lavoratori.

Infine, sosterremo il tasso di occupazione e la ripresa economica mediante una temporanea riduzione del costo del lavoro attraverso la concessione di sgravi contributivi.

Il mercato del lavoro futuro sarà così maggiormente competente, inclusivo, trasparente, anche attraverso una mirata lotta al fenomeno del caporalato e alle altre forme di lavoro irregolare, digitalizzato e più sicuro.



Di Tiziana Ciprini:

FONTE : Tiziana Ciprini