Puntiamo sul lavoro: è la base da cui ripartire insieme.

Oggi sono passata a salutare e ringraziare una delle categorie professionali più rappresentative della nostra tradizione: gli chef. Li ho incontrati in occasione del Consiglio Nazionale della FEDERAZIONE ITALIANA CUOCHI.

I nostri professionisti della cucina sono, a buon diritto, ambasciatori dell’italianità nel mondo: per le loro mani passano la storia e il fascino della tavola nazionale, ma anche la nostra cultura e i nostri valori, resi famosi e inimitabili da ricette che giocano un ruolo da protagonista nel comparto del turismo gastronomico.

Anche in questo momento in cui il settore dei viaggi ha subito per forza di cose una battuta d’arresto, i cuochi danno un grande contributo alla filiera della ristorazione e dell’accoglienza: li ringrazio per la tenacia mostrata nonostante le difficoltà.

Siamo con forza al loro fianco, e al fianco di tutti i lavoratori dell’indotto: Roma è stata la prima città in Italia a concedere gratuitamente l’occupazione di suolo pubblico per i tavolini di bar e ristoranti. Inoltre abbiamo costituito un fondo per il microcredito di 3 milioni, dedicato a tutte le imprese in difficoltà che non possono accedere ai prestiti bancari, per dare respiro al tessuto produttivo duramente colpito dall’emergenza sanitaria.

In questo momento, la richiesta che facciamo al Governo è quella di posticipare il coprifuoco e consentire agli esercenti di ospitare i clienti anche all’interno dei locali, sempre nel massimo rispetto delle misure di distanziamento e delle condizioni di sicurezza collettiva.
Puntiamo sul lavoro: è la base da cui ripartire insieme.

Virginia Raggi

Puntiamo sul lavoro: è la base da cui ripartire insieme. - M5S notizie m5stelle.com