Puntiamo in tutta sicurezza sul 5G: farà bene all’Italia

Puntiamo in tutta sicurezza sul 5G: farà bene all’Italia

a cura delle deputate e dei deputati del MoVimento 5 Stelle in commissione Trasporti, Poste e Telecomunicazioni


Si è appena conclusa l’indagine conoscitiva sul 5G e i Big Data avviata alla Camera dei Deputati, che ha visto confrontarsi sul tema esperti, portatori di interessi, ricercatori e operatori del settore, per giungere ad un’analisi completa delle potenzialità e dei rischi di questa nuova tecnologia.

L’adozione del 5G e le tecnologie di raccolta, processamento e analisi di enormi mole di dati insieme al progressivo rafforzamento di quelle che ne fanno uso, dall’internet delle cose alla blockchain, porterà grandi vantaggi per i cittadini e le imprese, ad esempio nel campo della medicina, della produzione, della coesione sociale, della sicurezza dei trasporti o per il funzionamento delle città intelligenti.

Al contempo si prospettano nuovi rischi in termini di riservatezza delle informazioni, di sicurezza dei Paesi e persino di tenuta dei nostri sistemi democratici. È quindi fondamentale conoscere e comprendere tali realtà, al fine di utilizzarne nell’interesse nazionale tutte le potenzialità, e compito della politica è valutare e limitare i rischi eventuali, incentivando la formazione delle nuove competenze che servono per realizzare la trasformazione digitale. Il nostro Paese ha già iniziato questo percorso, avendo finanziato iniziative all’avanguardia su tecnologie come l’intelligenza artificiale, l’internet delle cose e la blockchain.

Governo e Parlamento sono impegnati a rendere il Paese più moderno e competitivo: queste tecnologie aprono scenari nuovi che consentiranno di usufruire di servizi innovativi. Questa nuova fase di potenziamento dell’ecosistema digitale del Paese aiuterà a ridurre il divario con gli altri paesi europei, in termini di numero di utenti, di servizi e sviluppo delle reti.

Le ultime vicende geopolitiche di questi giorni, con i ripetuti scontri tra Cina e Usa, nonché la discussione mondiale sul potere e il ruolo politico ed economico degli “Over the top” mostrano come sia fondamentale un allineamento delle politiche governative, regolatorie e di business affinché si crei il contesto adatto per lo sviluppo delle nuove tecnologie. Ribadendo sempre che, come confermato dalle massime autorità nel campo audite in questi mesi, non si evidenziano problemi per la salute a seguito dell’utilizzo di questa tecnologia.

Sgombriamo dunque il campo da ogni polemica: l’introduzione e il progressivo rafforzamento di queste tecnologie porterà trasformazioni molto profonde nella nostra società e vantaggi notevoli per l’economia e la vita di tutti i cittadini. L’Italia è pronta a crescere: abbandoniamo qualsiasi visione luddista o catastrofista e guardiamo con fiducia al futuro.

(Visited 6 times, 1 visits today)