Presentata ad Algeri mostra fotografica sul Nomadismo

Un’anticipazione della mostra fotografica sul Nomadismo, che si terrà ad Algeri nel primo semestre del 2022, è stata organizzata dall’Istituto Italiano di Cultura in occasione della Giornata del Contemporaneo. La mostra, dal titolo “Eyes on tomorrow. Giovane fotografia italiana nel mondo”, è stata presentata in una conferenza (sia in presenza sia su Zoom) lo scorso 10 dicembre da Daniele De Luigi e Ilaria Campioli che, oltre ad offrire qualche anticipazione, hanno illustrato i contenuti del progetto generale.

“Eyes on Tomorrow. Giovane Fotografia Italiana nel Mondo” è un progetto del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e del Comune di Reggio Emilia dedicato alla promozione internazionale delle più interessanti ricerche in corso nella scena artistica e fotografica italiana. Il progetto prevede una grande mostra diffusa articolata in undici città del mondo – Addis Abeba, Algeri, Barcellona, Città del Messico, Dublino, La Valletta, Melbourne, Monaco di Baviera, Montevideo, Mosca, New Delhi – capace di valorizzare, fuori dai confini nazionali, i giovani talenti della fotografia emergente, le cui opere diventano un mezzo per collegare idealmente tutti i cinque continenti.

La riflessione sul Nomadismo ad Algeri è stata elaborata da Marina Caneve, Irene Fenara e Vaste Programme.

I trentanove giovani artisti, selezionati dai curatori Ilaria Campioli e Daniele De Luigi, a cui è affidato il compito di rappresentare la fotografia italiana nel mondo, costituiscono una selezione dei migliori artisti della scena contemporanea italiana e provengono dal bacino di coloro che, negli anni, hanno partecipato a Giovane Fotografia Italiana, l’open call promossa dal Comune di Reggio Emilia, giunta quest’anno alla sua nona edizione, dedicata alla scoperta e valorizzazione dei talenti emergenti della fotografia, e che è riuscita ad affermarsi come uno tra i più importanti punti di riferimento nella scena artistica nazionale.



Dal Ministero dello Sviluppo Economico:

FONTE : Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale