Porto Emepedocle, Lampedusa e Linosa, scuole chiuse, anzi no, Di Caro (M5S): “L’improvvisazione di questo governo non ha limiti”

“L’ordinanza di chiusura e la successiva retromarcia del governo regionale per le scuole di Lampedusa, Linosa e Porto Empedocle sono lo specchio dell’improvvisazione infinita di questo governo. Un anno di pandemia, purtroppo, non ha insegnato nulla a Razza e a Musumeci e, come sempre, a pagare i contraccolpi di tanta superficialità sono i cittadini”.

Lo afferma il capogruppo del M5S all’Ars, Giovanni Di Caro,  in merito all’ordinanza di chiusura delle scuole di due comuni dell’Agrigentino, annullata l’indomani, a causa di un “incredibile, sciatto errore di calcolo sul numero dei contagiati, che ha portato l’assessorato alla Salute ad inserire maldestramente tra i positivi al Covid 19 anche i migranti ospitati dalle navi in rada”.

“Si tratta – afferma Di Caro – di un errore marchiano e sarebbe bastata una semplice telefonata ai sindaci di questi due Comuni per accorgersene ed evitare i prevedibili contraccolpi per insegnanti e studenti, letteralmente spiazzati dall’ordine di chiusura e dalla tardiva retromarcia.  Purtroppo dobbiamo constatare che un anno di pandemia non ha insegnato nulla a chi è deputato ad agire, spesso non tenendo in nessun conto i disagi, a volte evitabili, che una semplice firma può arrecare a tantissime persone”.




Di sicilia5stelle:

FONTE : sicilia5stelle