Piste da sci: Scorretto avvisare all’ultimo. Il turismo paga il “capolavoro” di Renzi

Illudere irresponsabilmente di una possibile riapertura e poi annunciare all’ultimo la confermata chiusura degli impianti è scorretto, nei confronti di tutti coloro i quali hanno investito, per poter tornare a lavorare.

Questo purtroppo è quello che succede quando si perde tempo per rovesciare un governo con una manovra di Palazzo, invece che governare. I politicanti come Renzi si fanno i complimenti da soli, mentre i cittadini pagano i danni.

Delirante come sempre la reazione di Regione Lombardia.

Non sapendo più con chi prendersela Fontana e Salvini, che volevano i tecnici e governano con i tecnici, danno la colpa ai tecnici perché prendono decisioni troppo tecniche. Continueremo a batterci affinché ai gestori e agli operatori arrivino nuovi e sostanziosi ristori, come quelli garantiti e ricevuti grazie al governo Conte. Pretendiamo che il nuovo ministro dello Sviluppo Economico Giorgetti (Lega) e il nuovo ministro al Turismo (Garavaglia) sappiano garantire al settore ristori all’altezza dei precedenti.



Di Massimo De Rosa:

FONTE : Massimo De Rosa