Personale civile della Difesa: nuove assunzioni e aumento delle indennità

Dopo anni di attesa ieri abbiamo finalmente ottenuto un importante risultato per il personale civile della Difesa: nuove assunzioni e soprattutto l’aumento delle indennità.

Nell’ambito della Legge di Bilancio sono stati approvati emendamenti con i quali saranno immesse 431 unità non dirigenziali negli arsenali militari della Marina Militare e nei poli di mantenimento dell’Esercito Italiano per il triennio 2021-2023. Si aggiungono alle 315 dello scorso mese di agosto per l’arsenale di Taranto e alle assunzioni del Campalgenio dell’Aeronautica Militare.

Nuovi professionisti entreranno quindi a far parte della grande famiglia della Forze armate, garantendo alla Difesa know how specializzato e capacità settoriali.

Inoltre, dal 2021, 20 milioni di euro annui, che sono una parte dei risparmi derivanti dalla progressiva riduzione del personale civile, saranno destinata ad alimentare il fondo risorse decentrate del personale civile del Ministero della Difesa e ulteriori 30 milioni di euro annui, andranno ad aumentare anche l’indennità di amministrazione per il personale civile per un totale di 50 milioni annui.

È un risultato storico per il Dicastero e soprattutto per tutti i nostri civili che meritano il giusto riconoscimento per il grande lavoro che da sempre svolgono con dedizione e professionalità.

Un grande lavoro di squadra da parte di tutta la maggioranza ha permesso il raggiungimento di questo importante traguardo.



Di Angelo Tofalo:

FONTE : Angelo Tofalo