PASSA LA PROPOSTA DEL M5S IN UMBRIA: E’ DAL 2016 CHE CHIEDO IL TEST ANTIDROGA AI POLITICI

Test antidroga ai politici? Grazie al MoVimento 5 Stelle in Umbria per la prima volta sarà possibile. Oggi infatti è stato votato un mio emendamento inserito nella legge regionale che istituisce la “Giornata contro la droga”.

Non era mai successo in Italia che i politici eletti e nominati nei vari livelli istituzionali venissero messi in condizione di poter eseguire test antidroga in appositi spazi organizzati in collaborazione con il sistema sanitario regionale.

Non è stato facile arrivare a questo risultato per la censura e l’ostruzionismo della maggioranza di centrodestra che ha provato in tutti i modi ad ostacolare l’atto depositato dal M5S per un test che di fatto è su base volontaria. Eppure nonostante la loro censura questa vittoria rappresenta un grandissimo segnale verso i cittadini. Abbiamo dato agli umbri un grande strumento per incalzare i propri rappresentanti, pretendere risposte e trasparenza da chi siede nelle istituzioni.

Un risultato che squarcia il velo di ipocrisia di chi pensa che la lotta alle dipendenze possa essere fatta senza dare l’esempio, ma solo imponendo fardelli agli altri o con semplici azioni di repressione. Chi riveste un ruolo istituzionale se vuole essere credibile deve andare oltre le dichiarazioni di intenti e dimostrare con i fatti di predicare bene ma non razzolare male.

Quella delle dipendenze è una materia complessa, purtroppo la nostra regione continua ad essere ai vertici a livello nazionale delle morti per overdose, nonostante il lavoro di grandi professionisti che in Umbria operano su questo fronte. E’ inaccettabile che in Umbria la politica di contrasto alle dipendenze sia basata sulla retorica dei cani poliziotto nelle scuole. Le risorse messe in campo dalle ultime giunte sono state quasi tutte assorbite dai percorsi collegati alle comunità terapeutiche, riducendo enormemente le politiche di riduzione del danno.

La morte di tante persone anche giovanissime non si può lavare indicendo una giornata simbolica, mentre l’inerzia di chi dovrebbe dare forza alle politiche sulle dipendenze risulta eclatante. Ci aspettiamo i fatti, non stucchevoli caroselli di dichiarazioni da dispensare una volta l’anno.

Fin dal 2016 proponevo il test antidroga agli onorevoli:



Di Tiziana Ciprini:

FONTE : Tiziana Ciprini