Parigi progetta il più grande orto urbano d’Europa

Parigi progetta il più grande orto urbano d’Europa

Di Il Blog di Beppe Grillo:

Sarà il più grande orto urbano d’Europa, a 15 metri d’altezza, e si stima che sarà completato nel 2022 e coprirà un’area di 14.000 metri quadrati, l’equivalente di due campi da calcio. Il luogo prescelto è il tetto del Padiglione 6 dell’Expo Porte de Versailles di Parigi, il più grande centro espositivo di Francia, pensato con l’obiettivo di promuovere un modello di sviluppo urbano sostenibile e di offrire alternative all’agricoltura industriale.

Per questo, più di 30 diversi tipi di specie vegetali saranno coltivate biologicamente. E sarà uno spazio libero da pesticidi e prodotti chimici per favorire anche la biodiversità urbana. Le tecniche di coltivazione utilizzate saranno l’idroponica, mediante la quale le piante crescono su un substrato in fibra di cocco, e l’aeroponica, che lascia le radici sospese nell’aria e la pianta cresce verticalmente.

Ogni giorno verranno prodotti 1000 chili di frutta e verdura, che verranno venduti al quartiere e alle imprese locali. Il giardino/orto avrà 22 giardinieri, uno spazio per eventi e un ristorante dove si potranno consumare questi cibi freschi e di stagione. Inoltre, ci saranno 135 lotti in affitto. E per 320 euro all’anno si potrà coltivare su un metro quadrato di superficie.

Parigi è una città che ha fatto notizia in altre occasioni per le sue iniziative di inverdimento urbano. Attraverso il progetto Parisculteurs si è impegnata a piantare 100 ettari di verde. E nel giugno 2015 ha approvato una legge in base alla quale chi lo desidera può farlo nelle sue immediate vicinanze (muri, facciate, marciapiedi, ecc.).

E accanto ad essa, altre grandi città stanno assistendo, negli ultimi anni, alla rinascita dell’agricoltura urbana nelle sue strade e sui tetti. Ben noti sono, ad esempio, la City Farm di Tokyo. O il più grande giardino urbano di New York, il Brooklyn Grange , che incoraggia l’agricoltura sostenibile sui tetti degli edifici industriali sul Northern Boulevard, o i tetti verdi di Barcellona o Copenaghen fino all’ultimo progetto canadese, che si vanta di essere il tetto verde più grande del mondo.



FONTE : Il Blog di Beppe Grillo