Settimana politica n.14

Contribuite tutti a fare buona informazione. Di seguito trovate tutte le fonti a vs disposizione per l’attività del MoVimento in Parlamento:
Con la sola nostra presenza in Parlamento stanno cambiando tante cose, ma soprattutto è aumentata l’operazione fiato sul collo. Tutti si sentono sotto osservazione, ma soprattutto aumentano i cittadini garanti del bene comune.
Ecco alcuni esempi in merito alla meritocrazia calpestata dalla casta e costi della politica.

Oggi appuntamento a Taranto per manifestare in piazza contro gli inquinatori e per cancellare la legge 231/2012 (comunemente nota come ‘Salva-Ilva’).

Taranto 7 Aprile

Settimana in Parlamento caratterizzata da pochi impegni in aula ma da un intenso lavoro di gruppo per preparare il lavoro delle commissioni permanenti.
La votazione in aula del 2 Aprile (a larga maggioranza) per la risoluzione a favore del pagamento dei crediti alle imprese da parte della P.A. ha permesso l’emissione del decreto da parte del Governo.
Il M5S ha approvato la risoluzione dopo aver chiesto che la stessa fosse integrata con i seguenti punti, espressi dai propri membri in commissione speciale:
1. priorità alle imprese poi alle banche;
2. compensazione tra debiti e crediti delle imprese;
3. trasparenza nei pagamenti;
4. sviluppo sostenibile al posto della parola “crescita” e no al finanziamento delle grandi opere ma tutela delle piccole e medie imprese.
Grande lavoro di gruppo dei ns membri nella commissione speciale (l’unica finora istituita) con il sostegno di tutti gli altri componenti delle commissioni Bilancio,  Finanze e Lavoro.
Giovedì 4 Aprile … incontri congiunti tra membri delle commissioni permanenti di camera e senato per definire le priorità delle nostre proposte di legge.
I 20 punti in agenda (programma M5S) sono stati assegnati alle commissioni di competenza.
Il mio impegno sarà concentrato sulle misure immediate per il rilancio delle piccole e medie imprese in collaborazione con le commissioni Bilancio, Finanze e Attività produttive.

Continuiamo a ribadire in ufficio di presidenza la necessità di attivare le commissioni permanenti per poter avviare i lavori in Parlamento.
Portavoce_Commissioni

Venerdì 6 Aprile abbiamo incontrato Beppe in un agriturismo nei pressi di Roma (spese 10€ autobus + 25€ pranzo). Nell’incontro si è discusso dei seguenti punti:

  • Comunicazione esterna e modalità di informazione delle attività svolte in Parlamento: ognuno di noi si impegna a comunicare maggiormente con i territori e con le tv nazionali e locali in maniera da diffondere il solo lavoro svolto nelle istituzioni (aula, commissioni, assemblee, ufficio di presidenza etc).
  • Piattaforma web per la scelta del ns candidato a Presidente della Repubblica: disponibile la prossima settimana.
  • Piattaforma web per comunicazione interna dal Parlamento con gli attivisti locali e viceversa: disponibile entro il prossimo mese.

Continuate a supportarci con le vs proposte provenienti dal territorio e dai Comuni.
Grazie.

Passaparola-Papa Francesco, sacerdote- Francesca Ambrogetti

papafrancesco.jpgI gesti parlano, il nome che ha scelto parla, tutto ciò che sta facendo mi pare un messaggio e poi lasciamolo parlare, lasciamolo andare avanti con i suoi progetti.
Assolutamente, lui è andato per il lavaggio dei piedi in un carcere romano non è stato molto detto, ma ha lavorato moltissimo in carcere in Argentina e la gente che lo conosce da molti anni dicono che una coerenza assoluta, ha avviato il suo sacerdozio con questo modo di fare e l’ha portato avanti senza cambiare mai.

Passaparola-Papa Francesco, sacerdote- Francesca Ambrogetti

papafrancesco.jpg

I gesti parlano, il nome che ha scelto parla, tutto ciò che sta facendo mi pare un messaggio e poi lasciamolo parlare, lasciamolo andare avanti con i suoi progetti.
Assolutamente, lui è andato per il lavaggio dei piedi in un carcere romano non è stato molto detto, ma ha lavorato moltissimo in carcere in Argentina e la gente che lo conosce da molti anni dicono che una coerenza assoluta, ha avviato il suo sacerdozio con questo modo di fare e l’ha portato avanti senza cambiare mai.

Settimana politica n.13

Buona Pasqua!
L’elezione del prossimo presidente della Repubblica è l’atto politico più importante dei prossimi giorni.

Potete contribuire anche voi indicando dei nomi che poi metteremo ai voti tra gli iscritti:
Proposta on-line del Presidente della Repubblica

Settimana in Parlamento caratterizzata dalla presenza costante del Governo in carica.

Lunedì 25 Marzo è venuto il presidente del Consiglio Mario Monti a relazionare sulla informativa del Consiglio europeo tenuto a Bruxelles il 14 e 15 marzo 2013. In breve si tratta di un risanamento di bilancio degli stati membri che sia maggiormente favorevole alla crescita. Quindi in “soldoni” si concede agli stati membri una deviazione temporanea dall’obiettivo di bilancio a medio termine al fine di risanare i debiti con le imprese contratti dalla pubblica amministrazione, ripristinare la normale erogazione di prestiti all’economia, lotta alla disoccupazione ed ammodernamento della pubblica amministrazione. Le conclusioni del consiglio europeo sono state accolte dal Governo italiano come un segnale di una possibile maggiore flessibilità nell’applicazione delle regole vigenti. Una delle misure immediate che il Governo intende adottare (previa autorizzazione del Parlamento in data 2 Aprile) sarà finalizzata all’immissione di liquidità nel sistema economico attraverso un’accelerazione dei pagamenti relativi ai crediti vantati dai privati nei confronti della Pubblica Amministrazione. L’ammontare totale è di 40 miliardi di euro in due anni 2013-2014. Una bella boccata d’ossigeno per le imprese che potranno pagare stipendi e lavoratori che potranno mettere in circolo un pò di denaro e rilanciare un pò l’economia.
Noi del movimento insieme alle altre forze politiche in Parlamento siamo stati chiamati a fornire il contributo nella commissione speciale che si occuperà dello studio del piano di cui sopra.

Martedì 26 Marzo … Si è discusso in aula della vicenda dei nostri connazionali (fucilieri di marina militare) che in India attendono un processo. Hanno relazionato il ministro Di Paola (Difesa) ed il ministro Terzi (Esteri) dimessosi durante la seduta perchè contrario, rispetto ai suoi colleghi di governo, al ritornio in India dei due militari.
Potete ascoltare il ns discorso in aula al seguente link:

Camera sulla vicenda dei Marò 26.03.2013


Mercoledì 27 Marzo in seguito alle dimissioni del ministro Terzi il Parlamento ha chiesto al presidente del Consiglio Monti di relazionare in merito.
I ns capigruppo portavoce hanno incontrato Bersani incaricato da Napolitano per la formazione di un  nuovo Governo mantenendo la posizione già dichiarata in campagna elettorale che il M5S non fa alleanze con i partiti.

Giovedì 28 Marzo abbiamo definito i ns componenti nelle 14 commissioni permanenti e gli stessi sono stati comunicati all’ufficio di Presidenza della Camera. Noi siamo pronti come dice il ns portavoce al Senato (Crimi):
un Governo, sebbene limitato agli affari di ordinaria amministrazione, in Italia è operativo, con la collaborazione del Parlamento. Anzi, direi di più: sta operando solo PREVIO CONSENSO del Parlamento.
Ad esempio, la commissione speciale istituita sta esaminando, tra gli altri, un provvedimento legislativo di carattere economico per sbloccare i pagamenti alle aziende per 40 mld di euro in due anni. E lo sta facendo il Parlamento, con il contributo di tutte le forze politiche (compreso il M5S), non il Governo con la decretazione d’urgenza da far ratificare in aula.

In questa fase, dunque, per poter emettere un decreto d’urgenza fuori dagli affari ordinari, il Governo DEVE CHIEDERE L’AUTORIZZAZIONE AL PARLAMENTO. Questa cosa, da molti è vista come una situazione anomala, a nostro avviso è la miglior soluzione possibile in un paese che ha visto negli ultimi anni succedersi Governi che hanno imposto le loro politiche a Parlamenti succubi ed esautorati del loro ruolo.

A questo punto rilanciamo la nostra proposta: FORMARE SUBITO LE COMMISSIONI PERMANENTI! Rendere il Parlamento subito operativo, evitando di investire del peso di tutti i provvedimenti legislativi la Commissione speciale, composta da 27 parlamentari, e portarli invece all’esame delle commissioni ordinarie, dotate della necessaria specializzazione e rappresentatività.


Venerdì 29 Marzo … i ns portavoce sono tornati da Napolitano per le ulteriori consultazioni richieste dallo stesso. 
Sabato 30 Marzo … il Presidente ha constatato la persistenza di posizioni nettamente diverse rispetto alle possibili soluzioni da parte delle forze politiche in Parlamento. Pertanto come già annunciato nel suo discorso, Napolitano ha deciso di “chiedere a due gruppi ristretti di personalità tra loro diverse per collocazione e per competenze di formulare – su essenziali temi di carattere istituzionale e di carattere economico-sociale ed europeo – precise proposte programmatiche che possano divenire in varie forme oggetto di condivisione da parte delle forze politiche.”

Il Presidente Napolitano, nel suo discorso, conferma quanto da noi sempre sostenuto. Napolitano oggi ha dato una risposta autorevole in merito al funzionamento delle istituzioni: un Governo, sebbene limitato agli affari di ordinaria amministrazione, in Italia è operativo, con la collaborazione del Parlamento.

Invito tutti i gruppi territoriali a sintetizzare proposte di legge o modifiche a leggi esistenti in modo da portare tutte le istanze nei prossimi incontri in assemblea con l’intero gruppo dei parlamentari a 5 stelle e stilare la lista delle priorità da presentare in aula.
Le altre forze politiche hanno accelerato il processo ma senza determinare una scala di priorità in funzioni delle reali esigenze del paese e dei cittadini. Il M5S vuole presentare una selezione di almeno 20 proposte di legge ma che rispondano maggiormente alle richieste dei cittadini.
Contribuite anche voi al cambiamento.
Grazie

Passaparola – Il binario morto dell’Italia – A. De Benedetti e L. Rastello

binariomorto.jpgLe uniche due linee al mondo a alta velocità in attivo sono la Tokyo-Osaka e la Parigi-Lione, tutte le altre linee resto sono in perdita.
Tanto è che su grandissime parti del cosiddetto Corridoio 5 l’alta velocità non è neanche prevista, per esempio dopo Brescia non è previsto niente, non c’è neanche un progetto provvisorio per raggiungere il Veneto, che il progetto di alta velocità sul Friuli è miseramente fallito e controllato, addirittura che il collegamento legato al corridoio 5 con la Slovenia è stato interrotto per ragioni diplomatiche e non verrà ripreso nel dicembre 2011, è partito l’ultimo treno da Trieste in direzione Lubiana. Andrea De Benedetti e Luca Rastello

Settimana politica n.12

Ci accingiamo ad una settimana di passione … che la pace sia con tutti Voi.
Prima di raccontarvi il diario dell’attività parlamentare, vorrei ricordare una bellissima esperienza avuta con i bambini della scuola primaria Cassano presso la casa comunale, nel festeggiare la ricorrenza dell’unità d’Italia. Queste le parole con le quali i ns figli hanno aperto l’evento ed alle quali mi associo:
Caro Signor Sindaco, affidiamo a Lei gli auguri per il compleanno della nostra amata Italia,
sappiamo quanto si sta impegnando per rendere il nostro paese una terra felice.
Per questo La ringraziamo.
Gli alunni della Scuola Primaria “Vito Felice Cassano”.

Settimana in Parlamento …

Lunedì 18/03
Costituzione dei gruppi parlamentari: tutti gli eletti nelle liste del M5S hanno confermato la scelta di adesione al gruppo parlamentare M5S;
un gruppo di deputati competente si sta occupando della selezione ed assunzione del personale (ufficio segreteria, legislativo e contabilità).
Presentazione e votazione candidati M5S per ufficio di presidenza (vicepresidenti, questori, segretari).

Martedì 19/03
Costituzione del gruppo di lavoro per il perfezionamento dello statuto del gruppo parlamentare.
presentazione e votazione candidati nostro direttivo da statuto:
presidente rappresentante legale Roberta Lombardi;
vicepresidente capogruppo pro-tempore (tre mesi): Lombardi;
vicepresidente in affiancamento (tre mesi): Riccardo Nuti.

Mercoledì 20/03

Incontro congiunto con Senatori per chiarimenti in merito alla votazione per il presidente del Senato;
Mappatura competenze con assegnazione dei deputati nelle 14 commissioni permanenti;
Conferma della linea politica per le consultazioni con il Presidente della Repubblica.

IMPORTANTE … nella conferenza dei capigruppo, la presidente Laura Boldrini ha espresso la volontà di non avviare la formazione delle commissioni parlamentari fino a quando non sarà formato il Governo.
A tal proposito abbiamo intervistato il Professor Federico Sorrentino, ordinario di Diritto Costituzionale presso l’Universitá di Roma La Sapienza. Potete visionare il video dell’intervista nel canale youtube dedicato al gruppo M5S PARLAMENTO.
Le forze politiche tradizionali agiscono ormai da anni in accordo a prassi e consuetudini parlamentari dimenticando il ruolo fondamentale del Parlamento che è quello legislativo. Il parlamento può proporre ed approvare provvedimenti legislativi che qualunque Governo (quantunque si formi) ha il compito di eseguire. Purtroppo le prassi parlamentari hanno sempre portato le forze politiche ad approvare solo decreti legge o decreti ministeriali emessi dal Governo. I partiti politici hanno quindi snaturato la indole del Parlamento concentrando il potere nelle mani del consiglio dei ministri. Il M5S vuole riportare la centralità del potere legislativo liddove previsto dalla Costituzione ed a tal proposito si è già attivato per la assegnazione dei propri deputati nelle singole commissioni permanenti ed ha già attivato un gruppo di lavoro per la raccolta delle proposte di legge derivanti dai territori locali e di natura nazionale, che rispondano all’attuazione del programma elettorale. Negli incontri della prossima settimana i ns rappresentanti nell’ufficio di presidenza si faranno portavoce di questa esigenza del gruppo parlamentare M5S di attivare le commissioni permanenti e di avviare i lavori della camera senza attendere la formazione del governo.

Ad oggi i Gruppi attivi all’interno della compagine parlamentare del M5S sono i seguenti:

Gruppo coordinamento proposte legge;
Gruppo selezione personale;
Gruppo raccolta competenze;
Gruppo statuto;
Gruppo regolamento assemblea;
Gruppo informatico.
Facendo parte del gruppo di coordinamento delle proposte di legge invito tutti i gruppi territoriali della circoscrizione Puglia ad inviarmi una sintesi delle iniziative e segnalazioni di particolare interesse sulle quali poter costruire proposte di legge o interrogazioni parlamentari. Di seguito il mio contatto email presso la Camera dei deputati:
cariello_f@camera.it
Inoltre invito ad esplorare il seguente link (Temi dell’attività Parlamentare) dove poter visionare la documentazione sulle politiche pubbliche e sull’attività delle commissioni della precedente legislatura, suddivisa per aree tematiche.

Giovedì 21/03
ore 15.00 seduta pubblica in aula per l’elezione dell’Ufficio di Presidenza della Camera (quattro Vicepresidenti, tre Questori e otto Segretari).
Sono risultati eletti: Vicepresidenti Marina Sereni, Roberto Giachetti, Maurizio Lupi e Luigi Di Maio; Questori Stefano D’Ambruoso, Paolo Fontanelli e Gregorio Fontana; Segretari di Presidenza, Anna Rossomando, Anna Margherita Miotto, Gianpiero Bocci, Ferdinando Adornato, Caterina Pes, Valeria Valente, Riccardo Fraccaro e Claudia Mannino.

Un saluto dal vs portavoce in Parlamento.

La reticenza dell’amministrazione

Durante l’ultimo Consiglio Comunale del 18 febbraio, come M5S abbiamo presentato una serie di interrogazioni alla Giunta.
Sono pervenute delle risposte (che allego) delle quali vi faccio un breve riassunto:

INTERROGAZIONE SUL CORVO
A seguito della famosa lettera del Corvo abbiamo fatto un accesso agli atti per capire la situazione. Studiando la tempistica della documentazione avevamo chiesto come mai era passato così tanto tempo dalla segnalazione in Procura all’ordinanza di demolizione.
La risposta è stata surreale. Ci hanno risposto affermando che noi avevamo richiesto gli atti e quindi già sappiamo. Ma cacchio, proprio perchè abbiamo richiesto gli atti abbiamo visto questa stranezza, lo abbiamo dichiarato anche nell’interrogazione stessa; e non ci hanno risposto!
Per la seconda domanda (sulla opportunità di nominare un avvocato per tutelare il buon nome del Comune) hanno dato una risposta compiuta. Che si può condividere o meno, ma ha una logica ed un collegamento alla domanda

INTERROGAZIONE SULLA RACCOLTA DEI RIFIUTI SU SUOLO PRIVATO.
In questa interrogazione erano incluse 7 domande. Hanno risposto (ad essere generosi) a due.

INTERROGAZIONE SUL PIANO NEVE
Hanno praticamente giustificato il pagamento di 12 passaggi con sale antigelo – distribuzione compresa -(anche se non verranno effettuati) con il motivo di acquistare il sale per 12 passaggi… Spero vivamente che non abbiano capito la domanda.
Inoltre sostengono che rivolgendosi alla GM il Comune risparmia poichè la GM fa un prezzo inferiore al prezzario del CONSIP. Però non smentiscono il fatto che GM, a sua volta, si rivolge a privati, non avendo operai dipendenti. E faccio fatica a credere che il Comune non possa risparmiare ulteriormente rivolgendosi direttamente a quei privati! E sostengono anche che il Comune risparmia sul coordinamento del servizio, poichè è a carico di GM; ma perchè, allora, nella determina di affidamento scrivono che il Comune supervisionerà il tutto come controllo? L’attività di supervisione del Comune non potrebbe coincidere con il coordinamento?

INTERROGAZIONE SU VIA LE FABBRICHE
Hanno risposto che a breve sarà messo in appalto il secondo lotto. La stessa risposta che ci hanno dato il 5 ottobre 2012, garantendo che entro fine 2012 tutto sarebbe stato a posto. Speriamo bene! Nulla hanno detto in merito alla messa in sicurezza della rotonda. E se qualcuno dovesse subire dei danni a causa della palese pericolosità della rotonda fra via alle Fabbriche e strada Salga, faremo di tutto poichè a pagare siano gli attuali amministratori e non i cittadini.

Che a breve finisca l’arroganza di questi amministratori?{jcomments on}

Vigili NET

Qui di seguito allegati ci sono la nostra interrogazione sulla questione dei Vigili in capo a NET e la risposta dell’Assessore Isabella.
Ai Vigili una valutazione delle risposte date.{jcomments on}

Vigili NET

Qui di seguito allegati ci sono la nostra interrogazione sulla questione dei Vigili in capo a NET e la risposta dell’Assessore Isabella. Ai Vigili una valutazione delle risposte date.{jcomments on} FONTE: : http://www.m5scaselletorinese.it/news-dal-comune/97-vigili-net.html

Settimana politica n.11

Ci siamo … siamo entrati nel Parlamento.
Personalmente ho varcato la soglia di ingresso lunedì 11 marzo per adempiere alle prime formalità amministrative. Un pensiero di ringraziamento va al personale preposto all’accoglienza, che si è dimostrato molto disponibile e comprensivo nel minimizzare l’impatto emozionale soprattutto nei nuovi eletti. Ho incontrato un paio di concittadini che svolgono da anni il loro lavoro all’interno di palazzo Montecitorio e questo mi ha fatto sentire a casa.
Emozioni a parte, ci siamo subito messi al lavoro con l’intero gruppo di 163 eletti nelle fila del Movimento 5 stelle. Domenica 10 marzo ci siamo riuniti tutti insieme (deputati e senatori) per conoscerci e soprattutto definire la linea comunicativa con l’esterno: i resoconti dei nostri incontri saranno sempre divulgati attraverso video conferenze dei portavoce capigruppo (pro-tempore) di camera e senato, sui seguenti canali YouTube:
LaCosa (consultare la sezione Sfoglia video);
M5SParlamento

Il 12 marzo una nostra delegazione ha incontrato alcuni deputati del Partito Democratico all’interno delle stanze istituzionali di palazzo Montecitorio, con l’intento di definire un metodo condiviso per la scelta dei candidati alla carica di Presidente di Camera e Senato. I criteri definiti sono stati i seguenti: personalità con spiccata moralità ed etica, privi di ogni conflitto di interesse, scelti in assoluta trasparenza e rispettando il volere dei cittadini espresso attraverso il risultato elettorale.

A seguito di quell’incontro il Movimento 5 stelle ha intrapreso un percorso di confronto interno con due distinti gruppi (uno per la Camera ed uno per il Senato) in previsione della prima seduta ufficiale della Camera dei Deputati del 15 marzo. Questo percorso ci ha visti impegnati in un serrato ritmo di riunioni di gruppo nelle quali abbiamo valutato le singole candidature ed abbiamo votato il nostro candidato alla carica di presidente della camera. Il deputato Roberto Fico è quindi stata la nostra scelta in tutte le votazioni effettuate in aula dalla prima seduta fino alla seduta conclusiva di sabato 16 marzo. In tutte le votazioni effettuate in aula abbiamo sempre sostenuto e votato in maniera compatta il nostro candidato fino all’ultima votazione quando Laura Boldrini è stata eletta Presidente della Camera dei deputati. L’elezione è avvenuta alla quarta votazione dove il quorum richiesto è della maggioranza assoluta. Laura Boldrini ha ottenuto 327 voti, mentre Fico ha ottenuto 108 voti. Credo che il gruppo parlamentare del Movimento 5 stelle abbia dimostrato una forte coesione di intenti. Anche chi credeva che non sarebbe stato opportuno proporre un candidato, si è dovuto ricredere. Infatti con il nostro voto abbiamo dimostrato una notevole capacità nell’assumere responsabilità. Inoltre credo che abbiamo mostrato tanta maturità e trasparenza nel modo in cui abbiamo scelto il nostro candidato. Il regolamento parlamentare non prevede la presentazione delle candidature in aula ma assegna questa funzione ai singoli gruppi parlamentari. Io credo personalmente che saremmo stati pronti a mostrare le ragioni della nostra candidatura anche di fronte a tutti i parlamentari in aula e che avremmo dimostrato maturità anche in questo. Comunque auguriamo buon lavoro alla neoeletta Presidente della Camera affinchè, come da sue parole, si faccia «[…] di questa Camera la casa della buona politica. Il nostro lavoro sarà trasparente, anche in una scelta di sobrietà che dobbiamo agli italiani».

Durante la mia permanenza a Roma ho avuto modo di partecipare alla conferenza finale conseguente all’incontro tra i rappresentanti della Bridgestone Europa ed il Ministro dello Sviluppo Economico (Passera) tenutosi il 14 marzo. All’incontro erano presenti anche i maggiori rappresentanti delle istituzioni locali (Regione Puglia e Comune di Bari) e soprattutto le organizzazioni sindacali e delegazioni di lavoratori.
La notizia della cancellazione della parola “irrevocabile” sulla chiusura dello stabilimento è certamente una bella notizia, ma non risolve definitivamente la questione. A mio avviso bisogna non mollare la presa sull’azienda che al di là delle “scuse” mostrate deve dimostrare di avere un piano industriale serio per il rilancio dello stabilimento di Bari.

Settimana politica n.10

Ringrazio tutti per le numerose attestazioni di stima che continuo a ricevere. Mi siete vicini, e questo mi conforta visto il lavoro che ci attende. Grazie di cuore.
Un pensiero particolare lo rivolgo ai lavoratori dello stabilimento Bridgestone di Bari ai quali l’azienda ha notificato la chiusura dell’impianto produttivo di Bari entro il prossimo anno e con i quali sono in costante contatto per esprimere la mia solidarietà di lavoratore e padre di famiglia prima di tutto, nonché di prossimo deputato della Repubblica. Sarà mia cura portare le loro istanze all’interno del Parlamento e nelle sedi di discussione che si verranno a formare presso i ministeri competenti.

Cosa abbiamo fatto in questa settimana: ci siamo incontrati e ci siamo conosciuti per la prima volta tutti insieme gli eletti nelle liste del Movimento 5 stelle di tutte le circoscrizioni. Ci siamo confrontati su diversi punti e abbiamo nominato i nostri portavoce capigruppo rispettivamente alla Camera ed al Senato, Roberta Lombardi e Vito Crimi.
Qui trovate il risultato della nostra prima settimana di lavoro di gruppo:
http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/parlamento/
La nostra posizione riguardo il principale tema in discussione (formazione del Governo) è tutta qui:
I gruppi parlamentari del Movimento 5 Stelle non intendono associarsi con altri partiti o coalizioni o gruppi se non per votazioni su punti condivisi.
Il gruppo parlamentare del Movimento 5 stelle non è assolutamente impegnato nella formazione del Governo. Valuteremo le linee programmatiche ed ogni singola proposta che verrà comunicata in Parlamento. Decideremo collegialmente, previa riunione del gruppo parlamentare, la nostra posizione rispetto ad ogni adempimento e sarà comunicata dai nostri portavoce capigruppo.

Ricevuta la proclamazione ufficiale (06/03/2013) da parte dell’Ufficio centrale circoscrizionale, nella prossima settimana ci aspettano i seguenti passaggi presso il Centro per i primi adempimenti allestito a Palazzo Montecitorio:

a) registrazione dei dati anagrafici;
b) operazioni per il rilascio del tesserino per le votazioni elettroniche;
c) rilascio delle credenziali per l’accesso ai servizi informatici;
d) comunicazioni relative alle prerogative parlamentari.

La Camera dei deputati è convocata venerdì 15 marzo 2013 alle ore 10.30 per la prima seduta della XVII legislatura. All’ordine del giorno figurano: la costituzione dell’Ufficio provvisorio di Presidenza; la costituzione della Giunta delle elezioni provvisoria e la proclamazione di deputati subentranti; l’elezione del Presidente che avrà luogo per scrutinio segreto.

 

Resoconto del Consiglio comunale del 18 febbraio 2012

Beh, direi proprio che più di così non si può dire. Allego solo i testi delle interrogazioni presentate. {jcomments on} FONTE: : http://www.m5scaselletorinese.it/news-dal-comune/94-resoconto-del-consiglio-comunale-del-18-febbraio-2012.html

Delibera su SUAP: la risposta del Comune

Il 7 gennaio i consiglieri del Movimento 5 Stelle e la consigliera Bruatto di SEL hanno presentato una serie di domande sulla questione SUAP (di cui trattammo già qui).
La risposta del Comune è arrivata il 6 febbraio; alleghiamo sia le domande che le risposte.
Ecco qui una mia interpretazione punto per punto.

1) Avevamo chiesto come l’Ente abbia potuto ritenere valido un atto che richiama un articolo di norma  inesistente. Non hanno risposto a questa domanda.

2) Hanno risposto alla prima parte della domanda (cioè chi ha dato il parere tecnico), ma non hanno risposto alla seconda domanda, ossia come faceva ad essere a conoscenza delle nostre obiezioni, poichè non era riportato alcunchè relativamente al dibattito avuto in sede di Consiglio, nel caso in cui fosse stata una persona non presente in sede consiliare. E infatti tale parere tecnico lo ha dato una persona non presente in sala durante il Consiglio.

3) A questa domanda hanno risposto; sorvoliamo sulle comunicazioni fatte dal Presidente Bertini. Ritengo che qui si siano dati una bella zappata sui piedi. Dichiarano che in tutti i Comuni facenti parte di NET è stata approvata una delibera con riferimento di legge errato (vedi punto 1); dovesse risultare nulla la delibera approvata dal Consiglio Comunale di Caselle, allora sono nulle tutte le medesime delibere degli altri Comuni perchè hanno “tutte lo stesso tenore e la medesima forma”.

4) Anche a questa domanda hanno risposto, ma con affermazioni che ritengo gravissime: praticamente sostengono che è vero che sul Regolamento disciplinante le sedute del Consiglio comunale è stabilito che i verbali devono riportare almeno il nominativo dei consiglieri intervenuti, ma sostengono che se ciò non avviene non succede nulla perchè nulla è stabilito in caso di mancanza di tale elemento. Ma tutto il regolamento è impostato così! Ci sono delle regole, ma non sono normate le eventuali mancate osservazioni di tali regole! Risulta che la maggior parte del Regolamento (qui allegato) potrebbe essere buono solo per fare degli aeroplanini di carta!! E non dimentichiamoci che la redazione degli interventi dei Consiglieri non è normata solo dal Regolamento delle sedute consiliari del Comune di Caselle, ma da normativa nazionale (vedi qui )

5) Sinceramente non riesco a capire il nesso fra domanda e risposta. Chiedo lumi ad una persona più lucida di me e che mi guidi nell’interpretazione.

6) Risposta dello stesso tenore della 4). E’ vero che sul Regolamento (ed io aggiungo anche sullo Statuto!) c’è scritto che i verbali delle sedute devono essere approvati nel Consiglio successivo, ma non c’è scritto cosa succede se questo non avviene.

7) Hanno risposto alla domanda. Ma, ovviamente, non possono ammettere che hanno fatto le cose in fretta perchè hanno preso un po’ sotto gamba la questione. La proposta di modifica dello statuto di NET era arrivata in Comune in estate, e lo hanno inserito all’ordine del giorno solo per il giorno 19 dicembre, nonostante fosse da approvare entro la fine dell’anno. Resto convinto del fatto che non si fossero accorti che per approvare la variazione allo Statuto occorreva la maggioranza qualificata dei consiglieri (ossia i 2/3 dei consiglieri eletti) e non quella relativa solita. Ma questa è una mia interpretazione e lascia il tempo che trova.

8) A questa domanda hanno risposto e prendono atto della proposta da noi fatta di inserire il parere della Commissione nelle delibere.

Personalmente ritengo assai gravi alcune affermazioni contenute in tale risposta e stiamo valutando il da farsi in merito. Vi terremo aggiornati.{jcomments on}

Passaparola -L’Italia ignorante – Roberto Ippolito

“Barak Obama: “Tagliare il deficit riducendo gli investimenti nell’innovazione e istruzione è come alleggerire un aereo troppo carico togliendo il motore!” Ecco, noi abbiamo fatto esattamente questo, abbiamo cancellato la cultura e quei pochi soldi che restano alla cultura meglio non dire come vengono spesi!Un paese che non investe sulle proprie teste diciamolo, è un paese stupido.
Cultura: la cultura è l’essenza di quello che siamo noi, non è un caso che vanno indietro il numero delle persone che studiano, il numero di persone che hanno un titolo di studio, una laurea, non è un caso che l’analfabetismo di ritorno della popolazione adulta è a livelli molto pesanti, come dicono le indagini internazionali e non è un caso, purtroppo, che l’Italia continui a andare a marcia indietro sotto il profilo economico.” Roberto Ippolito