Oggi abbiamo la necessità di chiedere all’ Europa uno sforzo in più.

Anche in questo momento storico l’Italia ha la possibilità di essere capofila in una importante richiesta nei confronti dell’Europa.

Vi ricordate le vittorie del Presidente #Conte in Europa, sui fondi per la ripresa dalla pandemia? A chi diceva che sarebbe stato impossibile l’allora Primo Ministro rispose con grande forza e capacità politica che spinse l’Europa a dare enormi aiuti agli stati membri.

Oggi abbiamo la necessità di chiedere alla stessa Europa uno sforzo in più.

È per questo motivo che abbiamo la precisa volontà di chiedere al Presidente Mario Draghi di promuovere in sede europea la sospensione dei #brevetti dei vaccini.

Sappiamo però che la via giusta per questo tipo di battaglie, è la massima condivisione politica.
A tal proposito abbiamo inviato una lettera a firma dei capogruppo Camera e Senato Davide Crippa e Ettore Licheri, nella quale il Movimento Cinque Stelle chiede a tutte le forze politiche presenti nel Parlamento Italiano di unirsi alla nostra richiesta nei confronti del Premier.

Le Camere si sono già espresse favorevolmente e per questo motivo in questa nostra istanza chiederemo al Presidente del Consiglio di farsi promotore, in sede europea, di proposte di modifica riguardo ai termini e alle condizioni sulle restrizioni derivanti dai brevetti.

L’obiettivo è evitare che la proprietà intellettuale sui vaccini rappresenti, in una situazione di pandemia e di difficoltà economica, un ostacolo all’accessibilità e alla distribuzione diffusa dì qualsiasi futuro vaccino.
Le motivazioni che mi spingono e ci spingono come gruppo politico a portare avanti questa istanza sono molteplici, e le ho spiegate varie volte.

Adesso è arrivata l’ora della spinta politica.

#brevettiliberi
#licenzaobbligatoria
#NotNowThenWhen
#TRIPSwaiver


Giulia Grillo