Oculistica a Pordenone, i problemi rimangono

“Cambiano le poltrone, rimangono i problemi”. Lo afferma il capogruppo del MoVimento 5 Stelle in Consiglio regionale, Mauro Capozzella, in merito alle difficoltà del reparto di oculistica dell’ospedale di Pordenone, rimasta a lungo senza primario (nominato poi a marzo) e con una grave carenza di personale che comporta liste d’attesa interminabili, con 480 giorni da aspettare per una visita.

“Nell’aprile del 2021 avevamo presentato un’interrogazione all’assessore Riccardi per capire come ci si stesse muovendo per fare fronte alle criticità del reparto – ricorda Capozzella -, a seguito di un documento di ASFO in cui si sottolineava come, ‘a causa della carenza di organico del personale medico, i tempi di attesa per le visite oculistiche, le iniezioni intravitreali, gli interventi laser e chirurgici potrebbero essere molto lunghi’”.

“In quell’occasione era stata prospettata la possibilità, che noi stessi avevamo proposto, di supportare l’oculistica di Pordenone con una delle due equipe presenti a Udine, attraverso un apposito accordo tra le due Aziende sanitarie” aggiunge l’esponente M5S.

“In attesa che l’impegno da subito messo in campo dal nuovo primario per implementare l’organico possa ridare operatività al reparto – conclude Capozzella -, non possiamo che constatare come, purtroppo, in più di un anno i problemi non siano stati nemmeno tamponati, nonostante gli annunci”.



Di M5S Friuli Venezia Giulia:

FONTE : M5S Friuli Venezia Giulia