Nuovo San Siro. Il doppio stadio della Lega è una follia antieconomica

Nuovo San Siro, il referendum è un importante strumento d’ascolto. Il doppio stadio della Lega? Follia antieconomica

Per il nuovo San Siro serve ascolto e proposte concrete. L’ipotesi del doppio stadio, ultima giravolta della Lega per il proverbiale salvataggio di “capra e cavoli”, è certamente la meno seria perché antieconomica e perché metterebbe una pressione folle sul quartiere.

Sul progetto del nuovo stadio pende l’esito del ricorso al TAR presentato dal comitato “SìMeazza” e il “Coordinamento SanSiro”. A valle dell’esito del ricorso, il Movimento Cinque Stelle è pronto a impegnarsi nella raccolta delle firme necessarie per il referendum, strumento che fa parte della nostra stessa identità. Questo darà l’opportunità di ascoltare i cittadini. L’ascolto è fondamentale al fine di poter decidere.

Intendiamo intanto presentare al sindaco Sala richieste precise che vanno dalla richiesta di garanzie finanziarie sul progetto, che al momento mancano, alla garanzia di presenza importante di aree verdi, fino all’istituzione di un osservatorio di cittadini e associazioni che monitori l’andamento dei lavori in tutte le fasi. Sarebbe poi doveroso che su un tema così importante i consiglieri del Comune di Milano, verificassero in apposita seduta del Consiglio il rispetto degli indirizzi da parte della giunta.

Senza dimenticare quella che sarà la nostra principale battaglia, ovvero quella di fare del quartiere la più grande comunità energetica d’Italia.



Di Massimo De Rosa:

FONTE : Massimo De Rosa