Non permetteremo a nessuno di riportare Roma nel baratro in cui era stata condotta prima del nostro insediamento.

Screditare ingiustamente l’Amministrazione Raggi con bugie e falsità di ogni genere sembra essere diventata una vera e propria missione per alcuni giornalisti.

La vicenda della donna assalita da alcuni cinghiali nel parcheggio di un centro commerciale non è accaduta nel territorio di Roma, bensì nel Comune di Formello.

Ora: che un personaggio bizzarro e buffo come Sgarbi, in riferimento alla vicenda specifica, attacchi la Sindaca senza minimamente curarsi di scrivere un’idiozia, è imputabile a scopi unicamente (e squallidamente) elettorali. Ma che un giornalista scriva “nella Roma versione zoo dell’era Virginia Raggi” senza minimamente accertarsi dell’esattezza di ciò che scrive è a dir poco scandaloso. L’autore di questo articolo dovrebbe frequentare corsi intensivi e accelerati di deontologia professionale e contare fino almeno fino a cento prima di diffondere informazioni false, infondate e non veritiere.

Confondere l’opinione pubblica con simili fake news è un comportamento grave e altamente irrispettoso nei confronti del sacrosanto diritto dei cittadini a un’informazione libera, onesta e il più obiettiva possibile.
Oramai è chiaro e lampante: tutti coloro che sognano un “ritorno” a un passato fatto di inefficienze e immobilismo temono la ricandidatura di Virginia Raggi e il proseguimento di un percorso di rinascita avviato dalla stessa Sindaca 5 anni fa. I romani stiano tranquilli: il nostro impegno e la nostra dedizione nei confronti di questa città sarà sempre massimo. Non permetteremo a nessuno di riportare Roma nel baratro in cui era stata condotta prima del nostro insediamento.

aniele Diaco

Non permetteremo a nessuno di riportare Roma nel baratro in cui era stata condotta prima del nostro insediamento. - M5S notizie m5stelle.com