Non è più accettabile la burocrazia che pesa sulle famiglie

Non è più accettabile la burocrazia che pesa sulle famiglie

Oggi a Palazzo Chigi ho avuto un nuovo importante incontro, insieme al commissario straordinario Legnini, con i governatori, i sindaci e gli amministratori locali dei territori colpiti dal terremoto del Centro Italia. Una riunione operativa, un confronto costante e proficuo, mirato a valutare le nuove misure a favore delle zone terremotate e le ultime norme approvate dal Governo che, grazie anche alla collaborazione di Regioni ed enti locali e agli interventi del Parlamento, ci permettono di imprimere un importante cambio di passo nella ricostruzione pubblica e privata.

Non ci sfuggono ovviamente le criticità che ad oggi ancora persistono. Con la struttura commissariale ogni giorno siamo al lavoro per venire incontro alle esigenze dei territori, per costruire una prospettiva di rilancio, per restituire la speranza alle comunità colpite, per combattere lo spopolamento. Anche per questo siamo fortemente determinati a portare internet e la banda larga su tutto il territorio nazionale, a partire dalle aree interne, dai piccoli comuni, dai centri colpiti dal terremoto. E’ una priorità di tutto il Governo, per garantire a tutti l’accesso a internet e alle infrastrutture digitali.
E’ uno dei principali interventi del nostro piano di rilancio in vista del Recovery fund, per cui abbiamo già raccolto centinaia e centinaia di progetti, alcuni di questi riguardano proprio l’area del cratere.

Sappiamo che non c’è altro tempo da perdere, non è più accettabile che la burocrazia continui a pesare sulle famiglie e sui cittadini che hanno già perso i loro affetti, la loro casa e, in diversi casi, anche la speranza.

Giuseppe Conte