NO, I NOSTRI FIGLI NON VERRANNO “RAPITI” A SCUOLA SE AVRANNO QUALCHE LINEA DI FEBBRE!

NO, I NOSTRI FIGLI NON VERRANNO “RAPITI” A SCUOLA SE AVRANNO QUALCHE LINEA DI FEBBRE!

Sono una mamma e come tale sono anche io preoccupata per la situazione legata al Covid, ma proprio perché è un momento difficile è FONDAMENTALE non farsi prendere dal panico dando credito a TUTTO quello che si legge su internet.

Un esempio è questa catena delirante, in cui mi sono imbattuta pure io sia su Facebook che su WhatsApp.

Facciamo un bel respiro e non alimentiamo false dicerie: si tratta di una MEGA BUFALA.

Domani, mercoledì 19 agosto, si riunirà il Comitato Tecnico Scientifico per stabilire i protocolli di sicurezza in caso di studente ammalato di Covid, ma in ogni caso, se un bambino sviluppasse febbre e sintomi, non arriverebbe l’ASL a rapirlo come in un film sugli UFO.

Come è normale che sia, il bimbo ammalato verrebbe portato in infermeria e, in caso di sospetta positività al Covid, gestito con più attenzione, ma NULLA che non succeda già normalmente nel caso, ad esempio, che si procurasse un trauma durante la ricreazione. Anche in quelle situazioni, da sempre, i bambini vengono portati in infermeria per farsi medicare e, nei casi più gravi, vengono immediatamente contattati i genitori.

Non creiamo falsi allarmismi e affrontiamo il momento affidandoci ESCLUSIVAMENTE alle fonti governative e/o alle testate più attendibili…Non di certo a una catena online! 😉

Tiziana Beghin