Montagna ancora attende risposte su distribuzione gas

“Poco o nulla si è mosso per quanto riguarda i disservizi nella distribuzione di gas combustibile nella montagna del Friuli Venezia Giulia”. Lo affermano i consiglieri regionali del MoVimento 5 Stelle, Ilaria Dal Zovo e Cristian Sergo, che hanno presentato un’interrogazione a cui ha dato risposta l’assessore Fabio Scoccimarro oggi in Commissione.

“Nel febbraio del 2020 abbiamo presentato una mozione, votata dall’aula, con la quale abbiamo impegnato la Giunta regionale a ‘’continuare tutte le azioni di sua competenza, che sta già sostenendo, per garantire un servizio equo, di prossimità e di qualità nelle zone montane del territorio del Friuli-Venezia Giulia, nel rispetto degli impegni originariamente assunti con i Comuni attraverso la convenzione n. 5124 di data 19 marzo 1990’” ricordano gli esponenti pentastellati.

“Spiace invece constatare che i disservizi denunciati a più riprese anche dai sindaci interessati sono lungi dall’essere risolti. Difficoltà di comunicazione con l’ENI, mancate fatturazioni, lunghi tempi di attesa per  preventivi e allacciamenti sono ancora un’inaccettabile realtà – rimarcano Dal Zovo e Sergo – e, contrariamente a quanto affermato dallo stesso assessore proprio nel dibattito sulla mozione, non sono stati compiuti passi avanti significativi”.

“Attendiamo quindi il parere dell’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente, annunciato da Scoccimarro nella risposta all’interrogazione e determinante per dirimere la questione relativa ai contenuti della convenzione legati al mutato quadro legislativo. Ci auguriamo – concludono i portavoce M5S – che possa mettere una parola fine a questa vicenda e dare una risposta a un territorio che attende da troppo tempo”.



Di M5S Friuli Venezia Giulia:

FONTE : M5S Friuli Venezia Giulia