Modena, quale futuro per i servizi educativi pubblici?

L’Amministrazione prosegue sulla strada della privatizzazione dei servizi educativi comunali, affidando alla Fondazione Cresciamo 2 asili e 2 scuole per l’infanzia, nella totale assenza di un confronto pubblico fra tutte le parti sociali in causa.

Ma soprattutto tenendo all’oscuro l’intera città su un servizio pubblico fondamentale.
Il solco tracciato in questi anni vede venir meno un impegno diretto del pubblico nei servizi educativi comunali, con una conseguente e costante esternalizzazione del servizio a Cresciamo, ente di diritto privato controllato dal Comune, all’insegna di una perfetta politica liberista.

Tutto questo con quale obbiettivo?

Per risparmiare sul bilancio comunale? Per risparmiare sul costo del personale didattico attraverso contratti diversi da quelli pubblici? Per smantellare un servizio educativo che ha reso Modena fra le città all’avanguardia in questo settore?

Dall’Amministrazione trapela che la Fondazione Cresciamo è un modo per “assumere” personale; ma in concreto poco o nulla si conosce del futuro che si prospetta per i servizi educativi, orientati sempre più a un sistema di tipo privatistico.

Il Movimento 5 Stelle Modena è l’unico in Consiglio comunale a non fare finta di essere contro queste sistematiche procedure di dismissione dei servizi, e che continua a combattere la privatizzazione dell’erogazione dei servizi alla persona.

Anche Sinistra per Modena e Verdi, dopo aver dato segno di non essere d’accordo, si sono accodati al PD, accontentandosi di proporre che i dipendenti della Fondazione Cresciamo abbiano lo stesso trattamento economico dei dipendenti comunali, senza però avere le stesse garanzie.
Il M5S Modena aveva inoltre proposto di sostenere i genitori che si trovano a lavorare a casa con i bambini in didattica a distanza, individuando anche le risorse finanziarie nel bilancio. Una proposta bocciata, a conferma che contano gli schieramenti e non le esigenze e i problemi reali di famiglie e cittadini.



Di Modena 5 Stelle:

FONTE : Modena 5 Stelle