Missione del Ministro Di Maio in Qatar (5-6 marzo 2022)

Il Ministro degli Esteri e della Cooperazione Internazionale, Luigi Di Maio, si è recato il 5 e 6 marzo in missione a Doha per rafforzare il partenariato bilaterale, soprattutto in campo energetico, anche alla luce degli sviluppi del conflitto russo-ucraino. Alla missione ha partecipato anche l’Amministratore Delegato di Eni, Claudio Descalzi.

A Doha, Di Maio ha incontrato l’Emiro Tamim Al-Thani, il Primo Ministro Khalid Al Thani, il Ministro degli Esteri Mohammed Al-Thani e il Ministro dell’Energia Al-Kaabi. Alle controparti qatarine Di Maio ha espresso il forte apprezzamento del governo italiano per la posizione assunta dal Qatar nei confronti di Mosca, in particolare per il sostegno a favore dell’adozione della storica risoluzione di condanna all’aggressione russa, co-sponsorizzata dal Qatar e adottata lo scorso 2 marzo dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

Di Maio ha illustrato agli interlocutori l’incessante impegno dell’Italia, in raccordo con i partner europei e NATO, per porre fine attraverso il canale della diplomazia alla gravissima e ingiustificata aggressione della Russia all’Ucraina e alleviare la sofferenza del popolo ucraino.
Un’invasione che ha avuto gravi ripercussioni anche sul settore energetico, rendendo più urgente la necessità di accelerare il processo di diversificazione delle fonti di approvvigionamento -ha osservato Di Maio nei colloqui -, condizione fondamentale per garantire la stabilità e la sicurezza dell’Italia.

In forza dei solidi legami di amicizia con il Qatar, Paese con il quale la Farnesina ha inaugurato – solo poche settimane fa – la prima sessione del Dialogo Strategico bilaterale, e grazie ai contatti avviati dal Premier Draghi in questi giorni, le autorità qatarine hanno confermato l’impegno a rafforzare la partnership energetica con l’Italia.

Sul piano bilaterale, si è discusso dell’eccellente cooperazione economica e commerciale, che ha fatto registrare nei primi dieci mesi del 2021 un aumento di oltre il 56% dell’interscambio, superando i livelli pre-pandemia. Il Qatar è un importante mercato di destinazione per il Made in Italy e un Paese di grande interesse per le aziende italiane nel settore energetico e delle infrastrutture.

Molto articolate anche le conversazioni sui principali dossier mediorientali, in particolare sulla Libia. Italia e Qatar hanno ribadito il proprio impegno a favore della stabilizzazione del Paese, a sostegno di un processo politico a guida libica facilitato dalle Nazioni Unite, che consenta di realizzare le aspirazioni democratiche del popolo libico.



Dal Ministero dello Sviluppo Economico:

FONTE : Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale