Mentre tutti aspettano che Matteo Renzi salga al quirinale, la stampa estera scommette su Pier Carlo Padoan.

Mentre tutti aspettano che Matteo Renzi salga al quirinale, la stampa estera scommette su Pier Carlo Padoan.

Oggi ascoltavo in radio un report della BBC sull’esito del referendum in Italia.

La preoccupazione principale all’estero e’ la tenuta delle nostre banche.
Il reporter sembrava particolarmente preoccupato per il futuro di MPS.
Il nuome del nuovo presidente del consiglio che loro si auspicavano era quello di Pier Carlo Padoan.

Come scrive Reuters.it:
“Se l’incarico fosse affidato al ministro uscente dell’Economia lo scenario sarebbe quello di un esecutivo incaricato prima di tutto di rassicurare i partner europei sulla stabilità finanziaria dell’Italia, anche se la reazione di oggi dei mercati ha stupito gli analisti per la quasi assenza di reazioni, come se la vittoria del no fosse stata già prezzata.”

E nella CRONACA ORA PER ORA del fatto quotidiano si legge:
13.36 – Mattarella: “Scadenze da rispettare:
“L’Italia è un grande Paese con tante energie positive al suo interno. Anche per questo occorre che il clima politico, pur nella necessaria dialettica, sia improntato a serenità e rispetto reciproco”. Lo afferma in una nota il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, secondo cui “l’alta affluenza al voto, registratasi nel referendum di ieri, è la testimonianza di una democrazia solida, di un Paese appassionato, capace di partecipazione attiva”. A sentire il presidente della Repubblica “vi sono di fronte a noi impegni e scadenze di cui le istituzioni dovranno assicurare in ogni caso il rispetto, garantendo risposte all’altezza dei problemi del momento”.

E ancora Reuters.it:
“Piazza Affari ha aperto in ribasso ma ha presto annullato gran parte delle perdite, passando anche brevemente in positivo.
Come atteso invece, sono stati i bancari i più colpiti dalle vendite.

Mentre tutti aspettano che Matteo Renzi salga al quirinale e la stampa estera scommette su Pier Carlo Padoan, gli Italiani tutti si chiedo se il popolo italiano verra sacrificato alla volonta’ delle banche italiane e la finanza estera.