Maturazione.

Ieri Bersani ha rilasciato un’intervista e tra le altre cose ha detto una frase che mi ha colpito molto: “Se noi allarghiamo il campo di una sinistra plurale e Conte porta a maturazione i 5 Stelle, possiamo farcela. E vincere”..

Quello che mi ha particolarmente colpito è stato: “…e Conte porta a maturazione i 5 stelle…”
Cosa avrà voluto dire? All’inizio sono andato subito in protezione e autodifesa…niente niente ci avrà voluto dire che siamo immaturi? Poi ci ho riflettuto…contato…uno…due…tre…fino a dieci e ho cominciato a pensare e pensare…

No non era un’offesa, era altro e mi sono andato a guardare il significato della parola maturazione:
da parte del frutto che, specialmente se carnoso, cambia colore (per diminuzione della clorofilla) e diventa più morbido e saporito in seguito alla scissione delle sostanze complesse (amido e oli) in zuccheri….riferito ad altro invece: processo di formazione o di completamento, in corrispondenza del progressivo definirsi di elementi costitutivi o qualitativi essenziali.
Tutto questo mi ha fatto pensare al passato…a quello che abbiamo fatto…come abbiamo agito…alla diretta streaming tra lui la Lombardi e Crimi…lui ci disse: “Siete grande forza, prendetevi la responsabilità” e la Lombardi rispose: “Non siamo a Ballarò” e Crimi aggiunse: “No a fiducia in bianco, pronti a governare da soli”…

Sbagliammo? Sarebbe stato il caso di parlare, di valutare?…ci disse “…prendetevi la responsabilità”…ma noi giustamente non ce la prendemmo, i tempi non erano “maturi”…noi non eravamo “maturi”…dovevamo crescere…e infatti fu così…crescemmo e anche parecchio, fino al 32%…e poi quella responsabilità ce la siamo dovuta prendere per forza.
E abbiamo capito, pagando di tasca nostra, che governare non è come fare opposizione…governare comporta fare scelte, assumersi la responsabilità di quelle scelte…e a volte, anche se le scelte sono giuste, non è detto che il messaggio che arriva poi alla gente sia quello giusto.

Giungere a maturazione…”….Il raggiungimento della fase di completo sviluppo”….cosa è il completo sviluppo? Cosa significa? Perché secondo me è qui il punto su cui dobbiamo concentrarci e capire…
Arriva un momento in cui bisogna fermarsi a pensare cosa sia giusto, altrimenti si rischia…a forza di voler sempre di più che non ci si accorge di essere maturati e si rischia di marcire…e di buttare via il frutto perché diventa immangiabile.
E perché dovrebbe essere proprio Conte a portarci a “maturazione”? Cosa ha Conte che a noi manca? Perché dovrebbe essere lui quel catalizzatore?

Tutto questo non vuol dire che Bersani abbia ragione, ma la domanda che continua a ronzarmi per la testa è sempre quella:…”porti a maturazione…” maturare…maturare per avere una visione più realistica della politica? Della realtà? Di cosa si può veramente fare e cosa no?

Perché si può essere per sempre sognatori, lo si è molto di più da giovani che a novant’anni…ma anche un novantenne può sognare e continuare a farlo, ma sicuramente la vita gli ha insegnato che mentre si inseguono i sogni, si deve di pari passo, fare i conti con la realtà.

E allora la maturazione è trovare un mix tra sogno e realtà? Continuare a sognare, ma allo stesso tempo fare quello che fa bene alla gente anche se non è il massimo possibile…perché alla fine se poi un sogno rimane tale, non hai inciso nella vita della gente e se non hai fatto nulla per loro…quel sogno a cosa è servito?

Oppure, ancora, maturare significa continuare a portare avanti alcuni sogni e altri lasciarli andar via?
E se invece fosse che essere maturi significhi continuare a portare avanti un sogno, avendo la consapevolezza che per realizzarlo devi scendere necessariamente a compromessi?

E niente…continua a frullarmi in testa…maturazione…e se significasse che per il raggiungimento di un sogno bisogna anche cambiare delle idee, perché quelle che avevamo erano sbagliate? E se invece si scoprisse che mantenendo i principi che si avevano, questi non permetterebbero la realizzazione del sogno?

Maturazione…è anche tornare sui propri passi…capire…sentire…e capire e sentire insieme…un insieme di cuore e testa, dove la testa ragiona per il raggiungimento del sogno e si adatta alle situazioni e il cuore tiene vivo il sogno stesso…

Ma forse la maturazione è tutte queste cose messe insieme…no?


di Massimo Erbetti